Baby K, una "Donna sulla luna": «Ho una nuova consapevolezza: posso fare tutto da sola»
di Ida Di Grazia

Baby K, una "Donna sulla luna": «Ho una nuova consapevolezza: posso fare tutto da sola»

Baby K, una "Donna sulla luna": «Ho una nuova consapevolezza: posso fare tutto da sola». Prodotto da This is it -società di Baby K- e distribuito dalla major Columbia Records/Sony Music Italy, il nuovo progetto discografico contiene tantissimi successi e nel giorno dell’uscita dell’album esce anche il singolo (Polydor/UMI) “Mohicani” con i Boomdabash, brano che apre la tracklist di “Donna sulla Luna”.

 

Leggi anche > Uefa Euro 2020: Martin Garrix, Bono e The Edge protagonisti della cerimonia di apertura con "We are the People"

 

E' uscito venerdì "Donna sulla Luna", il nuovo album di Baby K. All'interno grandissimi successi come “Non Mi Basta Più” (3 platini e 70 milioni di views su YouTube), “Playa” (2 platini e 62 milioni di views su YouTube), “Buenos Aires” (oltre 12 milioni 600 mila views su YouTube) e l’ultimo brano “Pa ti” feat. Omar Montes (oltre 2 milioni 700 mila views su YouTube) apripista di questo  album che vede Baby K impegnata oltre che nella scrittura (13 brani su 14 e l’intro sono scritti da Claudia Nahum) anche nella direzione artistica. 

 

 

 

Un lavoro tutto suo in ogni senso, dalla scrittura alla produzione. Com'è questa prima volta, come si sente?

«Nel disco precedente ero direttore artistico, adesso c'è un altro approccio e più consapevolezza. Per me è un momento di svolta personale, ho deciso di prendere le redini della mia vita e andare avanti con tutto ciò in cui credo. "Da 0 a 100 " in poi c'è stato un cambiamento completo, quando la vita ti mette davanti a un'opportunità o affondi o nuoti, mi sono tolta tutti i dubbi dalla testa e ho deciso di iniziare a correre da sola, ho capito che ce la posso fare. Ho raggiunto la consapevolezza che non ho bisogno di nessuno per fare successo. Non voglio autocelebrarmi, ma celebrare i traguardi che le donne raggiungono quando portano avanti le loro ambizioni, quando si impegnano e puntano al massimo. In questo album mi sono scelta tutto io, ho affiancato tutti dal montaggio alla fotografia per far venir fuori tutta me stessa e mi sono resa conto per la prima volta che le cose che ho fatto sono venute meglio, sono più credibili. Questo che sto dicendo non è un volersi glorificare, i diritti sono i miei, è un patrimonio che in pochi hanno,  è un approccio imprenditoriale alla musica totalemente diverso. E' mio e me lo tutelo».

 

Scorrendo la track list c'è davvero di tutto: dai Boomdabash a Gigi D'Alessio

«E’ un  disco molto colorato, coerente, tocco ogni sfumatura del pop e del latin spero piaccia tanto quanto ne sono innamorata io. Ogni feat ha portato un valore aggiunto a ogni brano e non è così scontato, sono sorpresa dall’umiltà di Gigi D’Alessio, non solo mi ha detto subito di sì ma ha cantato una canzone scritta da me. In linea generale sono felice di tutti i miei feat , mi hanno sorpresa e inondata d'affetto e io queste cose non le dò per scontato. Ci tengo ad esempio al brano con Tedua perché è molto sexy e lui si è prestato a questa collaborazione senza filtri o preconcetti e così tutti gi altri».

 

In conferenza ha dichiarato: "Io nasco come una ragazza semplice senza enormi ambizioni, ma ho sempre voluto essere la versione migliore di me stessa", lo sa che questa è una frase che Chiara Ferragni ripete spesso, anzi ce l'ha proprio tatuata. L'ha influenzata vista la vostra collaborazione?

«Davvero? Non lo sapevo  - risponde divertita ndr- però è qualcosa in cui credo molto. Io non ho un approccio negativo alla competizione, non voglio vivermi male la mia principale ragione di vita. Devi fare del tuo meglio, l'ho sempre detto, ora ho deciso che voglio fare un upgrade ogni anno in cui sono io responsabile delle mie cose, non mi paragono mai agli altri. Chiara (Ferragni ndr.) è veramente attenta nel suo lavoro, è molto intelligente  razionale sul lavoro, sfrutta nel senso buono ogni occasione ed è un grande esempio per tante donne. Io tifo questo approccio ma ovviamente ne ho uno un po' più artistico dove i numeri contano ma non in senso assoluto e credo che anche Chiara si sia resa conto di quanto lavoro c'è dietro le mie canzoni, anzi dietro ogni singola sfumatura».

 

Nelle "guerra dei tormentoni estivi" che è partita in questi giorni è giusto ricordare che lei è l'unica artista italiana ad aver ottenuto un disco di diamante dalla FIMI grazie al singolo Roma-Bangkok e l'unica artista italiana ad aver raggiunto il miliardo di visualizzazioni sul suo canale YouTube. La infastidisce essere associata solo ai tormentoni?

«Hai ragione, a volte me lo dimentico! E' come volermi inscatolare, so che i miei successi più grandi sono estivi, ma "Killer" era platino ed era inverno, si parla di una stagionalità che è molto italiana, capisco che ci sono delle combinazioni discografiche, ma ci sono brani che hanno resistito negli anni. I miei brani hanno avuto vita lunghissima, tutto il mio disco non ha stagionalità. Le sonorità si prestano a un mood estivo ma siamo noi a voler mettere tanti palelti, non mi infastidisce ma non mi ci ritrovo, basta vedere i miei disci di platino e d'oro che sono arrivati d'inverno. E' un po' come dire che il Rock si ascolta solo d'autunno. La verità è che io non penso a realizzare un tormentone, io ogni singolo che scrivo voglio che spacchi». 

 

La Claudia ( vero nome di Baby K) che rappava in cameretta c'è ancora o il rap fa parte del passato?

«Se mi chiedessero di rappare su un pezzo fico lo farei, mi diverte tantissimo è un altro modo di scrivere. Con il rap il testo era il fulcro di tutto, con gli anni mi sono tanto innamorata della musica. Scrivo i miei testi a volte da sola a volte collaborando, perché collaborando escono cose di te che non sapevi. Amo tanto scrivere le melodie e poi se ascolti "Dinero" è un brano rap con melodia. Chi viene dal raggaeton ha una grossa influenza hip hop alle spalle. Non l'ho abbandonato se si guarda oltre e non ci si sofferma solo alla superficie».

 

Che c'è dall'altra parte della sua di salita?

«Io la salita più grossa l'ho superata, da ora in poi mi devo ricordare di godermi quello che faccio. Ho avuto tante opportunità che nascono da qualcosa che ti crei, chi sceglie di collaborare con te ti dà un'opportunità ma è perchè hai fatto bene. Essendo partita dal 2006 se sono qui sono fortunata e spero di continuare a vedere fino a ...».

 

Fino alla luna?

«Direi anche oltre».

 

Il 2022 segna il ritorno live dell’artista con il “Donna sulla Luna Tour 2022”, sono 4 le date evento: venerdì 22 aprile 2022 – Viper a Firenze; sabato 23 aprile 2022 – Hall a Padova; venerdì 29 aprile 2022 – Orion a Roma e sabato 30 aprile 2022 – Magazzini Generali a Milano.

 

BABY K - LA TRACKLIST DI DONNA SULLA LUNA

“Intro”

“Dove può arrivare una donna se punta alle stelle? Sulla luna”.

“Mohicani” Boomdabash & Baby K

“Pa Ti” feat. Omar Montes

 “Non Mi Basta Più” feat. Chiara Ferragni

“Cuando Te Vi”

“Playa”

 “Dinero” feat. Samurai Jay e Boro Boro

 “Buenos Aires”

 “Luna”

“Me Gusta” feat. Tedua

"Rosso Amarena” feat. Gigi D’Alessio

“Mia” feat. Giaime

“Maglietta e Jeans”

“Tornado”

“Buenos Aires Remix” feat. Enzo Dong & Lele Blade

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 12 Giugno 2021, 09:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA