Ambra Angiolini, monologo al Concertone Primo Maggio: «Poche donne sul palco? Fosse questo il problema»

Un chiaro messaggio a supporto delle donne che spesso sono protagoniste di violenza.

Video

Ambra Angiolini difende il concertone dalle critiche. La conduttrice, in un breve monologo, riprende alcuni punti per cui lo storico concerto del 1° maggio a Roma è stato attaccato. «Fra le tante critiche mosse al concertone del 1° maggio, mi ha colpito quella che sul palco non ci fossero abbastanza donne» esordisce la conduttrice. «Ma come? Fosse il 1°maggio il problema!» continua rivolgendosi al pubblico.

 

Leggi anche > Concertone primo maggio a Roma, al via con Imagine. Ambra si commuove durante il saluto. La scaletta dei cantanti

 

«I problemi sono altrove: nelle case, nei luoghi di lavoro, nelle scuole. Non riduciamo la vita delle donne, che è importante, dove non le vediamo!» dice Ambra con convinzione. «Preoccupiamoci di sostenerle sempre: anche nelle loro case sono in pericolo». E conclude lanciando invitando il pubblico ad esultare: «Da questo palco, un applauso per le donne». 

 

Un chiaro messaggio a supporto delle donne che sono sempre più spesso protagoniste di violenza. Proprio durante la pandemia, sono aumentati i casi di molestie domestiche e tragedie legate ai femminicidi. Dal prestigioso palco del 1° maggio, Ambra ha sottolineato quanto i diritti e la protezione da dare alle donne dovrebbe essere costante e sempre maggiore, non sicuramente legata ad un evento pubblico, come riportano le critiche mosse al concertone.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Maggio 2022, 20:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA