Aka 7even: «Ad Amici ho vinto la gara con me stesso»
di Rita Vecchio

Aka 7even: «Ad Amici ho vinto la gara con me stesso»

Numeri alti in classifica. Da ITunes a Spotify, il suo singolo Mi Manchi è certificato platino, ed è l'unico singolo di Amici a entrare nella Viral50 global, Aka 7even dal talent di Maria de Filippi esce dopo essere arrivato in finale con uno zainetto pieno di consapevolezza che ce la si può fare. Ama Justin Bieber, Pino Daniele e Luchè, il suo primo obiettivo sarà studiare inglese e fare esperienze all'estero. «Diamoci del tu».


Va bene. Sei fuori da Amici...
«È una emozione forte che ti prende, strana, bella, intensa. Sono felice. Anche se metabolizzare non è facile. Ho maggiore consapevolezza di quello che so fare e di quello che posso fare. Mi sento più maturo».


In arte, Aka 7even: abbiamo deciso come pronunciarlo?
«Nasco come Aka (pronunciato all'inglese, eike), ma Maria lo ha pronunciato durante la prima puntata Aka, all'italiana. I ragazzi hanno detto che era figo e quindi va bene così».


Il momento difficile ad Amici?
«Non sentirmi all'altezza. Amici non è una gara con gli altri ma con te stesso. Pensare agli altri nuoce il percorso».


Il momento più bello?
«Andare in finale. Sento molti di loro, Tancredi, Deddy, Giulia Sangio non sono riuscito ancora a sentirlo».


Rispetto alla partecipazione a X Factor?
«Lì (nel 2017, ndr) ero Luca Marzano. Non ero strutturato discograficamente, non avevo esperienza».


Nella classifica sei insieme a nomi che hanno più storia di te.
«Blanco, Salmo, Mengoni strano vedersi tra i big italiani. Il mio disco racconta la mia storia, la storia di un giovane cantautore che segue la scia della popstar americana. Faccio tutto quello che mi piace».


Il disco?
«La tracklist gioca con i titoli, inglese e italiano. Doveva essere un concept multicolor con i nomi di colori partendo da Yellow che rappresentavano le mie sfaccettature. Nel disco ci sono io».


Ultimo aggiornamento: Sabato 22 Maggio 2021, 08:33
© RIPRODUZIONE RISERVATA