Achille Lauro, nel video di "Me ne frego" è Gesù nella Pietà di Michelangelo
di Paolo Travisi

Achille Lauro, nel video di "Me ne frego" è Gesù nella Pietà di Michelangelo

Achille Lauro continua a raccontarsi per icone. Che appartengano al mondo della musica, della religione o della cultura, per il cantante il contenuto estetico è importante quanto quello dei suoi brani. Gesù Cristo morto tra le braccia della madre, proprio come La Pietà di Michelangelo (esposta nella Basilica di San Pietro). Appare in questo modo Lauro in apertura del nuovo videoclip di Me ne frego, il testo presentato al Festival di Sanremo, dove per l'occasione aveva dato vita a quattro performance differenti. Vestito come il San Francesco di Giotto, come Bowie in Ziggy Stardust, la Marchesa Casati Stampa e la Regina Elisabetta I.
 

Nel video di Me ne frego, Achille Lauro non canta in playback la canzone, ma lascia spazio alle coreografie della ballerina Elena D’Amario, che si muove tra giochi di buio e luce, fino ad apparire come una figura eterea (tra citazioni pittoriche), su un banchetto dionisiaco che si trasforma in una orgiastica scena di nudo.

E poi Lauro, torna di nuovo nel video, con un saio francescano mentre accarezza un lupo, siede tra corpi nudi ed infine, cita se stesso nella performance sanremese, in cui si toglie il mantello, mostrandosi in “nude look” proprio come aveva fatto a Sanremo 70.

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Marzo 2020, 19:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA