Masterchef Italia: Carmine, Christian, Lia e Tracy in finale. Nicky Brian eliminato
di Ida Di Grazia

Masterchef Italia: Carmine, Christian, Lia e Tracy in finale. Nicky Brian eliminato

Sono quattri i cuochi amatoriali che tra una settimana, giovedì 3 marzo alle 21:15 su Sky e in streaming su NOW, si giocheranno la vittoria di MasterChef Italia

Masterchef Italia: Carmine, Christian, Lia e Tracy in finale. Ieri sera, nella penultima puntata di questa edizione, a un solo passo dal traguardo, Nicky Brian ha dovuto abbandonare la competizione. Ma è stata una serata segnata da forti emozioni e tanti colpi di scena, oltre che da grandi sorprese: in primis, l’arrivo dell’ospite speciale Matteo Berrettini.

 

Leggi anche > GF Vip, Clarissa insulta la Ricciarelli su Instagram «Vaffa...strega», Signorini la rimprovera «Povertà di cervello»

 

 

Berrettini ospite speciale della puntata di Giovedì serà di Masterchef si èseduto accanto ai giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli in occasione della Prova in esterna nella cucina stellata del ristorante Da Vittorio della famiglia Cerea, a Brusaporto (Bergamo), tre stelle Michelin e marchio d’eccellenza nel mondo della ristorazione.Il cooking show prodotto da Endemol Shine Italy per Sky, ieri sera su Sky Uno/+1 e on demand, ha totalizzato una media serata di 647mila spettatori medi e del 2,6% di share, con 1.010.653 contatti.

La serata è iniziata con la commozione dei 5 concorrenti che, davanti a uno schermo, hanno potuto rivedere il proprio percorso tra i fornelli di MasterChef Italia, insieme a un messaggio dei propri affetti più cari: un modo per rivedere le proprie fonti di ispirazione più importanti, ma anche per ricordare il passato che è la base per il futuro di ciascuno. Sulla stessa scia, per la Mystery Box hanno potuto ripresentare il piatto che più li ha messi in difficoltà nel corso dei vari episodi. E così Lia ha dovuto preparare il piatto dell’Invention Test con Marie Robert, Carmine le tagliatelle gratinate, Tracy il piatto dolce con il rosmarino di Enrico Costanza, poi ancora Christian e uno dei pani di Anissa Helou, infine Nicky Brian doveva riprodurre il filetto alla Wellington.

L’evoluzione migliore è stata proprio nel piatto di Lia con importanti vantaggi nell’Invention Test. Qui la sfida si è fatta durissima, mettendo alla prova la capacità di ascoltare dei concorrenti attraverso una cucinata da svolgere interamente di schiena rispetto ai tre giudici, ai fornelli per preparare i piatti che i cuochi amatoriali dovevano riprodurre. Lia, in qualità di migliore della Mystery Box, ha potuto assegnare i tre piatti a ciascuno dei concorrenti. Il risultato è stato molto positivo: i giudici sono rimasti così soddisfatti dai cinque piatti riprodotti da decidere di non eliminare nessuno, decretando poi Tracy come migliore della prova.

 

La Prova in Esterna più difficile e ambita della stagione ha condotto i cinque cuochi amatoriali ad entrare, per la prima volta, in una cucina tristellata, il ristorante Da Vittorio della famiglia Cerea. Ognuno di loro doveva riprodurre una portata, secondo le assegnazioni di Tracy: a Christian l’antipasto, uno spaghettino di tonno con bagnacauda calda e crumble di pistacchi; come primo, scelto per se stessa, il risotto mantecato con crema di pane, con testina di patanegra e pomodoro fatto in maionese con chips di pane; per Lia il secondo di pesce, un rombo chiodato del Mediterraneo con crema di cocco, tre caviali e rucola; per Carmine il secondo di carne, “L’anatra nel nido”, petto e coscia con due cotture e due salse differenti, con lardo e fegatini d’anatra all’interno del nido; infine, per Nicky Brian, il dolce, una pera ricostruita con una mousse montata, cuore di pera stessa e salsa di zenzero e pera. Dopo le prime preparazioni in cucina, è apparso il commensale più sorprendente, il campione di tennis Matteo Berrettini, che poi si è spostato al tavolo dei giudici dove ha ricevuto il servizio e commentato i piatti dei 5 aspiranti chef. Il migliore è stato giudicato quello di Tracy, che oltre ad aggiudicarsi la prova e quindi l’accesso all’ultimo appuntamento della stagione ha conquistato anche una maglia di Berrettini, quella usata nel corso del torneo di Wimbledon che lo ha visto arrivare sino alla storica finale, persa poi contro Novak Djokovic.

 

Per i quattro pretendenti rimasti è arrivato il momento del Pressure Test, da svolgere – in tre step – attorno a un tavolo “rotante” con ben 36 ingredienti, e ciascuno di loro doveva scegliere quattro ingredienti con cui cucinare un piatto in 20 minuti di tempo. Nel primo livello Christian ha presentato Salmone in due parti con guacamole all’italiana cucinato con gli ingredienti filetto di salmone, olive, capperi e avocado; Nicky Brian ha preparato Asparago, guancia e lampone con guanciale, lamponi, asparagi e taralli; Carmine Fiore d’Oriente con limone, fiori di zucca, ricotta e passata di pomodorino giallo; infine Lia ha cucinato Un maialino per Wimbledon con gli ingredienti filetto di maiale, mostarda di Cremona, pesche e spinaci: è stata quest’ultima a conquistare la balconata. Nel secondo livello Nicky Brian ha cucinato Dopo la palestra con pollo, peperone, riso bollito e lattuga romana; Carmine Autunno con gli ingredienti cosce di quaglia, castagne, pere e formaggio roquefort; Christian ha realizzato Baccalà, granchio e struzzo con guancia di baccalà, mosto di uva cotta, chele di granchio e uovo di struzzo: è stato quest’ultimo a conquistare l’accesso all’ultima serata. Terzo e ultimo livello: Nicky Brian ha presentato Fish & Chips con tenerumi e salsa al brus (ali di razza in pastella con patate dolci fritte, tenerumi e salsa di formaggio di brus), Carmine si è giocato la permanenza in Masterclass con Tutto per tutto (testina di vitello su crema di fagioli cannellini con siero di mozzarella di bufala e salvia fritta). Il testa a testa finale è stato vinto da Carmine, mentre Nicky Brian ha dovuto interrompere il suo sogno a un passo dal traguardo.


Ultimo aggiornamento: Sabato 26 Febbraio 2022, 14:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA