La 'Iena' Valeria Castellano aggredita dalla famiglia del prete accusato di aver fatto abortire una donna

La 'Iena' Valeria Castellano aggredita dalla famiglia del prete accusato di aver fatto abortire una donna

L'inviata de 'Le Iene', Valeria Castellano, insieme al resto della troupe, è stata prima minacciata e insultata, e poi aggredita, dalla famiglia di Don Giuseppe, che non aveva gradito un servizio riguardante un'agghiacciante storia che sarebbe avvenuta una decina d'anni fa.



LEGGI ANCHE ---> 'Le Iene' e la storia di Francesca, costretta ad abortire dal prete che l'aveva messa incinta

Il caso riguardava quanto raccontato da Francesca, che aveva riferito di essere rimasta incinta del giovane sacerdote calabrese a cui si era concessa per la prima volta. Don Giuseppe, però, insieme all'allora arcivescovo di Cosenza Salvatore Nunnari, l'aveva costretta ad abortire. Per questo motivo, Valeria Castellano aveva chiesto e ottenuto di farsi ricevere da Nunnari e da don Giuseppe, ma non aveva ottenuto altro che risposte evasive e inviti ad andarsene.

GUARDA IL VIDEO --->  Aggressione alla troupe de 'Le Iene', il filmato integrale

Quello che la troupe de 'Le Iene' non sapeva è che don Giuseppe, pur avendo aperto la porta, una volta inchiodato dalle domande, aveva allertato la propria famiglia. Il primo ad arrivare sulla soglia della canonica è stato il padre di don Giuseppe, che ha cercato di coprire l'obiettivo e colpire una delle telecamere della troupe. Il clima si è fatto subito teso, con minacce e insulti, ma è quando è arrivata la madre del sacerdote che la situazione è degenerata. Dagli insulti, infatti, si è passati direttamente all'aggressione fisica, durata alcuni interminabili minuti e sedata solo dall'intervento dei carabinieri. Durante l'aggressione, avvenuta con calci, pugni e spintoni, una telecamera è rimasta fuori uso, ma altre, più piccole, hanno documentato quegli attimi pieni di tensione.
Giovedì 15 Febbraio 2018 - Ultimo aggiornamento: 12:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME