Rocco Siffredi: "Canna gate? È successo anche nella mia Isola". E sul sesso stupisce tutti Intervista a Leggo

di Ida Di Grazia
Il canna gate esploso all’Isola dei Famosi continua a far discutere. Alla fiera del gioco di Rimini, presso lo stand di Betaland dove è l’ospite d’onore, abbiamo incontrato Rocco Siffredi, ex naufrago ( edizione 2015) che ci ha detto la sua: “Mi dispiace per Eva e soprattutto per Francesco. Eva sembra essere rimasta indietro di mille anni e Francesco poteva vivere un’esperienza bellissima che invece è stata rovinata. E’ un ragazzo giovane e di grande personalità e per una stronzata ha perso tutto. Perché credetemi il canna gate è successo anche nella mia Isola e in quella di Malena, ma anche nelle altre. Mai nessuno però ha parlato di uno spinello in diretta tv. Ma davvero stiamo polemizzando su uno spinello? La cannabis è legale in metà mondo, è stato montato un caso inutilmente. Ripeto, mi dispiace molto per Eva che sembra essere rimasta indietro di trent’anni. 

L'ironia di Striscia: "Ecco perché la Marcuzzi si è arrabbiata"

Sono in tantissimi i ragazzi alla “corte” di Rocco Siffredi solo per un selfie, un video da postare sui social, perché Rocco è uno showman, che ha sdoganato il porno entrando nelle case degli italiani attraverso programmi tv, come l’Isola, sempre con il sorriso e con grandissima ironia. Martedì prossimo sull’Isola dei Famosi sbarcherà ancora una volta Valeria Marini :”Io con Valeria ci tornerei subito in Honduras – dice ridendo Rocco–almeno scaldiamo quest’edizione. Scherzi a parte l’Isola è terapeutica, io ci tornerei pure gratis, dovremmo farlo tutti almeno una volta all’anno. Sei lontano dallo stress, completamente immerso nella natura e questo Valeria lo sa benissimo e fa bene a tornarci”.

Canna gate, Karina e Guendalina contro Eva Henger

In questa  nuova edizione del reality condotto dalla Marcuzzi si parla di possibili flirt, e addirittura di sesso tra alcuni naufraghi: ”Ragazzi sono tutte chiacchiere – risponde Siffredi – vi assicuro che non funziona niente, siamo completamente a digiuno. Di questa edizione non posso parlare perché non c’ero ma sulla mia Isola c’è stato qualche flirt soft, ma parliamo di abbracci, nessuno si è svegliato la mattina con il viso contento. L’unico fuoco era quello che ci riscaldava”. Nel futuro di Rocco Siffredi c’è ancora tantissimo lavoro, dalle serie su Netflix con il “Siffredi Late Night - Hard Academy” al documentario sulla sua vita: “Ho in ballo tante cose, l’avventura con Netflix prosegue alla grande così come con le mie Accademie. In più sto girando diverse pubblicità, quello che desidererei davvero, però è solo avere un po’ di tempo da dedicare a me stesso”.
Ultimo aggiornamento: 19:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA