Gf Vip, nuove regole per la settima edizione del reality: il work in progress di Signorini

La sfida di Signorini e della sua squadra sarà quella di trovare un equilibrio tra la rigidezza mostrata nella quarta e quinta edizione e il lassismo visto nella quinta.

Gf Vip, nuove regole per la settima edizione del reality: il work in progress di Signorini

Work in progress per la 7^ edizione del Grande Fratello Vip. Per il quarto anno consecutivo, al timone ci sarà Alfonso Signorini, personaggio su cui il pubblico si divide tra apprezzamenti e dissensi. Bisognerà attendere il prossimo settembre per vedere come reagirà il pubblico. Intanto, il direttore di Chi magazine sta ultimando il cast che entrerà nella Casa. Negli scorsi anni, si sono visti anche parecchi ‘sconosciuti’ in gioco, ma al contempo personaggi molto noti che hanno scritto la storia del GF. Dunque, Signorini dovrà creare un cast più che stellare per stupire il pubblico.

Leggi anche > Giorgia Soleri negativa, ma niente concerto dei Maneskin: «Regola 7 giorni? Pensavo non ci fosse più...»

La seconda sfida che il conduttore dovrà vincere è quella di trovare un equilibrio sulle eventuali squalifiche e le punizioni da infliggere a chi sgarra. Le prime due edizioni guidate dal giornalista sono state segnate da una linea rigidissima che ha portato a una raffica di squalifiche, alcune contestatissime. Clizia Incorvaia, Salvo Veneziano, Alda D’Eusanio, Filippo Nardi, Stefano Bettarini e Denis Dosio sono stati allontanati dal gioco, chi per un motivo e chi per un altro. 

Diversa la sesta edizione, dove sono stati apportati cambi di rotta. Praticamente è stato tollerato tutto, fatto che ha portato alcuni concorrenti ad essere criticatissimi dal pubblico e dai giornali. Esempio lampante è stato il percorso di Katia Ricciarelli, segnato da una serie di uscite dimenticabili che, se fossero state fatte nelle stagioni precedenti, con ogni probabilità, avrebbero partorito una squalifica. Dunque, la sfida di Signorini e della sua squadra sarà quella di trovare un equilibrio tra la rigidezza mostrata nella quarta e quinta edizione e il lassismo visto nella quinta.


Ultimo aggiornamento: Domenica 10 Luglio 2022, 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA