Andrada Marina fa tremare il Grande fratello Vip: «Mi vogliono censurare». Poi ribadisce le accuse a Zequila: «Mi baciò senza il mio consenso»
di Ida Di Grazia

Andrada Marina fa tremare il Grande fratello Vip: «Mi vogliono censurare». Poi ribadisce le accuse a Zequila: «Mi baciò senza il mio consenso»

Andrada Marina fa tremare il Grande fratello Vip: «Signorini mi vuole censurare! Non stanno dicendo tutto» e su Barbara D'Urso ... Leggo.it ha intervistato la modella che ha accusato di molestie Antonio Zequila che raccontato alcuni dettagli sul contenuto del foglio lanciato dal drone che ha sorvolato la casa.


Leggi anche > Grande Fratello Vip 2020, drone sulla casa: nel biglietto le accuse choc di Andrada Marina contro Antonio Zequila



Facciamo un passo indietro. Andrada Marina ospite a Live non è la D'Urso la scorsa domenica, ha raccontato di essere stata molestata da Antonio Zequila durante un concorso di bellezza da lui presentato. Il concorrente della casa del Grande Fratello, stando al racconto della ragazza, l'avrebbe baciata senza il suo consenso promettendole un futuro in tv. Oltre alla D'Urso la modella ha rilasciato una lunga intervista al settimanale Nuovo dove racconta tutto.
 
 

Il suo "incidente" con Antonio Zequila risale al 2015, ci spiega cosa l'ha spinta a raccontare tutto solo oggi?
«Domenica sono andata dalla D'Urso non per farmi vedere ma per trasmettere un messaggio, anzi due: quando Zequila uscirà dalla casa potrebbe tranquillamente tornare a presentare eventi e volevo mettere in guardia le ragazze. Il secondo era quello che io non ho potuto fare: se qualcuno all'epoca mi avesse detto che avrei potuto denunciare una cosa del genere ( essere stata baciata senza consenso ndr) l'avrei fatto . Non ho detto niente ai miei genitori perchè mi vergognavo, mi sono rivolta al patron del concorso di bellezza “Miss made in Italy” che però ha minimizzato. Ci tengo a sottolineare che la mia ospitata a Live non è La D'Urso è stata completamente a titolo gratuito, non l'ho fatto per i soldi come hanno pensato alcuni».

Al telefono con Andrada c'è anche il fidanzato e manager Fabio Sanfilippo che ci racconta: «Ho fatto di tutto per far conoscere questa storia, abbiamo le prove di tutto quello che stiamo raccontando. Signoretti (direttore di Nuovo ndr), ha pubblicato tutto perchè anche lui ha le prove di quello che racconta Andrada. Dopo quello che è andato in onda domenica da Barbara D'Urso  - ( secondo il fidanzato e manager della modella la D'Urso non avrebbe tutelato Andrada dagli attacchi degli ospiti in studio n.d.r.) - , ci ha scritto un'associazione antiviolenza che ha detto 'ci tenevamo a farLe sapere che quella che Lei ha subito durante la trasmissione è una vittimizzazione secondaria. La prima vittimizzazione è quando un uomo di potere cerca di usare la sua influenza sociale per molestare una ragazza. Si, molestare, in quanto, già un bacio imposto è una violenza di per se, ma l'intera situazione in cui Lei si è trovata è un abuso'»

Qual è il vostro obiettivo?
 «Il nostro intento è quello di poter tornare in studio a parlare dell'accaduto senza subire attacchi e raccontare quello che è davvero accaduto con più calma. Andrada conferma di voler andare a titolo gratuito».

Il drone che ha lanciato quell'articolo nella casa del Grande Fratello lo avete mandato voi?
«Diciamo che quello che posso dirvi è che il drone non ha inviato solo l' articolo di giornale, ma è un biglietto di due pagine. Nella seconda pagina c'è tutto testo dove sono spiegate diverse cose. Vogliamo capire cosa accadrà mercoledì, Signorini ci vuole censurare, ma non credo potrà farlo così a lungo».

Cosa c'è scritto nel biglietto?
«Non posso per ora rivelare tutto perchè è una situazione molto delicata, sicuramente posso dire che c'è un messaggio preciso rivolto ad Antonio Zequila in cui si dice: 'dal 19 febbraio in tante puntate non ti hanno avvisato ... Non si può sempre sperare nella censura'. Ovviamente c'è ancora tanto altro e c'è anche un riferimento proprio a Barbara D'Urso».
 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 5 Marzo 2020, 17:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA