Silvio Muccino a processo per diffamazione del fratello Gabriele. «Lo accusò di aver picchiato la ex»

Silvio Muccino a processo per diffamazione del fratello Gabriele. «Lo accusò di aver picchiato la ex»

Silvio Muccino a processo per diffamazione nei confronti del fratello Gabriele: arriva ufficialmente in un'aula di tribunale il lungo dissidio tra i due fratelli, stelle del mondo del cinema italiano e internazionale. Il più giovane dei due, l'attore e regista Silvio, è stato rinviato a giudizio a Roma: al centro della 'querelle', le dichiarazioni rese durante la trasmissione televisiva L'Arena del 3 aprile 2016 in cui Silvio accusava l'autore de L'ultimo bacio di aver picchiato l'ex moglie, Elena Maioni.

Stuprata in disco a Roma: «Mi sono fidata, sembrava gentile». Lui è riccio, biondino e romano

In particolare, si legge nel capo di imputazione, Silvio «indicò il fratello Gabriele (non presente alla trasmissione, ndr.) come persona violenta per avere colpito nel 2012 con uno schiaffo la moglie, perforandole il timpano». La prima udienza è fissata per il 14 maggio 2020 davanti al giudice monocratico della Capitale. Soddisfazione dal difensore di Gabriele, l'avvocato Carlo Longari: «È un primo passo verso l'accertamento della verità a fronte di quanto era stato diffuso davanti a milioni di telespettatori nei confronti del mio assistito». 


Giovedì 23 Maggio 2019, 13:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA