Quentin Tarantino in veste di scrittore: l'ultimo film "C'era una volta ad Hollywood" diventa un libro
di Nico Riva

Quentin Tarantino in veste di scrittore: l'ultimo film "C'era una volta ad Hollywood" diventa un libro

Quentin Tarantino è uno dei registi più famosi e apprezzati del mondo, ma nonostante il successo delle sue pellicole, da diversi anni custodisce un sogno nel cassetto: vestire i panni dello scrittore. Il sogno finalmente diventerà realtà, perché il regista americano ha firmato un doppio contratto con la casa editrice HarperCollins (la stessa delle opere di J.R.R. Tolkien, geniale creatore del "Signore degli Anelli"). Tarantino tradurrà in romanzo il suo ultimo film, "C'era una volta ad Hollywood", ma scriverà anche un saggio di storia del cinema, incentrato sui capolavori degli anni '70. Per gli amanti del genere (ma non solo), si tratterà di due imperdibili opere. 

 

Leggi anche > Golden Globers, trionfano Pitt e Tarantino, delusione per Scorsese e Netflix

 

Come riporta il Guardian, con questo nuovo impegno il grande regista intende dare il suo contributo al «troppo spesso marginalizzato genere del film romanzato». Questo sotto genere, che opera in direzione esattamente contraria alla tradizione (invece che trasporre un libro nel grande schermo, l'esatto contrario: dal film alla parola scritta), ha avuto una fondamentale influenza su Quentin Tarantino, che negli anni '70 lesse tutti quelli che finirono nelle sue mani. 

 

Così, l'ultimo capolavoro di Quentin Tarantino, "C'era una volta ad Hollywood" (con protagonisti Leonardo DiCaprio, Brad Pitt e Margot Robbie) diventerà un romanzo. La storia narra l'amicizia fra un attore in declino e il suo stuntman nella Los Angeles del 1969, i cui destini si intrecciano a quelli della terrificante Famiglia di Charles Manson, colpevole di alcuni dei crimini più efferati della storia americana (come l'omicidio dell'attrice, incinta di 8 mesi, Sharon Tate). L'uscita del romanzo, «divertente, delizioso e brutale» a detta dell'editore, è prevista per giugno 2021. 

 

Il secondo libro si intitolerà invece Cinema Speculation, e sarà una raccolta di saggi, recensioni, appunti e idee sui film degli anni '70 e sulla settima arte in generale, «da parte di uno dei più celebri registi della storia del cinema, e uno dei suoi più devoti fan», dichiara la HarperCollins. Non resta che aspettare l'arrivo di questi due nuovi lavori tarantiniani. I successi di Quentin Tarantino parlano da loro (Le Iene, Pulp Fiction, Kill Bill, Bastardi Senza Gloria), perciò ci si aspettano due nuovi capolavori. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Novembre 2020, 16:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA