Natale, partono le cine-sfide: la corazzata Zalone contro Star Wars e Pinocchio

video
di Michela Greco
Sono passati 17 anni da quando, nel 2002, Roberto Benigni portò al cinema il suo Pinocchio da interprete e da regista. I risultati furono tutt’altro che esaltanti, la critica a dir poco fredda, gli incassi molto inferiori alle aspettative. E così la favola di Collodi confermò la leggenda della sua maledizione, almeno sul grande schermo, dove la storia del burattino ha portato quasi sempre sventure ai suoi temerari autori. Matteo Garrone, intrepido, non si è fatto intimidire e ha puntato proprio su Benigni per il Geppetto della sua attesissima versione di Pinocchio, che affronterà il pubblico dal 19 dicembre. Nel periodo d’oro delle sale, quelle tre settimane delle feste natalizie in cui anche gli spettatori più distratti mettono piede al cinema, terreno delle grandi sfide al botteghino. 

Leggi anche > Il primo Natale, indietro nel tempo con Ficarra e Picone - Lo speciale VIDEO

Quest’anno la gara dei film sotto l’albero vede impegnati molti campioni. Ficarra e Picone raccontano un viaggio nel tempo con Il primo Natale, in sala da domani, mentre il 18 la Disney cala il suo asso più pesante con Star Wars: l’ascesa di Skywalker, diretto da J. J. Abrams, capitolo finale della saga nata da George Lucas con episodio IV nel 1977. Dal 19 c’è anche pane per i denti dei più romantici con Last Christmas di Paul Feig, ispirato all’omonima canzone degli Wham! di George Michael e costellato di molti suoi brani: nella Londra illuminata dal Natale si incontrano Kate (Emilia Clarke, la Daenerys de Il trono di spade) e Tom (Henry Golding, attore britannico-malese che ha fatto sfracelli lo scorso anno con Crazy & Rich).

Lo stesso giorno, oltre a Pinocchio, arriva anche La dea fortuna, nuovo film di Ferzan Ozpetek con Stefano Accorsi, Edoardo Leo e Jasmine Trinca. Le uscite del 25 sono dedicate ai più piccoli con Jumanji: The Next Level e l’animazione Spie sotto copertura, mentre il primo gennaio arriva colui che non teme nessuno, il comico che al box office non conosce rivali e che, invece, spaventa tutti: Checco Zalone. Stavolta è lui stesso a firmare la regia del film, dal titolo Tolo Tolo, che ha scritto con Paolo Virzì ed è ambientato in Kenya. La curiosità è altissima per la quinta pellicola del comico pugliese dopo l’incasso stratosferico di 65 milioni di euro con Quo vado? (2016) e, in precedenza, una progressione di incassi che aveva già fatto impallidire i rivali ed esultare gli esercenti. Intanto, il trailer ha già scatenato polemiche e teorie, preparando la strada per un nuovo record.
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 11 Dicembre 2019, 08:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA