James Franco confessa: «Sono andato a letto con le mie studentesse, ero dipendente da alcol e sesso»
di Paolo Travisi

James Franco confessa: «Sono andato a letto con le mie studentesse, ero dipendente da alcol e sesso»

James Franco, dopo le accuse di molestie sessuali, da parte di 5 donne, tra cui ex-studentesse del corso di recitazione della sua scuola, rompe il silenzio e si concede ai microfoni di "The Jess Cagle Podcast": «Durante il periodo del mio insegnamento ci ho fatto sesso ma era sbagliato. Non era certo la ragione con cui ho iniziato la docenza e non ero certo io ad aver selezionato le alunne, questo non faceva parte di un mio piano a monte. E in alcune circostanze il sesso è stato consensuale, ora so che invece non sarebbe dovuto accadere».

 

L'attore premiato con il Golden Globe per la sua interprestazione in The disaster artist, ha deciso di uscire allo scoperto, e di parlare anche del rapporto con uno dei suoi migliori amici, l'attore Seth Rogen, con cui non parla da tempo. Franco, in seguito alle accuse apparse nel 2018 sul Los Angeles Times, ha patteggiato anche un ingente risarcimento economico, oltre 2 milioni di dollari, per una causa intentata contro di lui.

 

Secondo le accuse, infatti, il 43 enne attore californiano, avrebbe abusato della sua posizione di rilievo a Hollywood ed all'interno della masterclass di recitazione, spingendo le attrici a simulare orgie di sesso davanti alla telecamera, lasciando intendere che per loro si sarebbero aperte le porte di un film insieme, secondo i documenti del tribunale resi pubblici il 30 giugno.

 

Ma lo scandalo sessuale che lo ha coinvolto, in realtà, non è il primo. Già nel 2014, infatti, una ragazza, all’epoca 17enne rese noti diversi messaggi espliciti che le aveva inviato proprio l’attore, il quale all’epoca aveva 35 anni e fu poi costretto a scusarsi pubblicamente.

 

Ecco un passaggio della sua intervista.

 

Nel corso del podcast, James Franco, ha confessato anche i suoi problemi legati prima alla dipendenza da alcol, poi da sesso. «Da ragazzino ero dipendente dall’alcool. Mi sono messo in moltissimi guai, fino alla sobrietà a 17 anni. Quando non avevo bisogno della bottiglia per colmare quel vuoto ho iniziato a dirmi, “fantastico, ho successo, ricevo attenzioni”. Poi però sono diventato dipendente da quel consenso o fama o qualunque cosa fosse. Lungo il cammino verso il raggiungimento del successo... l’attenzione da parte delle donne è diventata una fonte enorme di gratificazione. Il problema con questo, com’è facile intuire, è che non ne hai mai abbastanza. Sto ancora cercando di riempire quel vuoto e non si riempie mai».

Le accuse di molestie lo hanno allontanato anche da Seth Rogen, che ha tagliato i ponti con l'attore a maggio scorso.  “Voglio solo dire che adoro Seth Rogen. Amo Seth Rogen. Ho lavorato con lui per 20 anni e non abbiamo mai litigato. Per 20 anni, non una lite. Era il mio più stretto amico di lavoro, il mio collaboratore. Quello che ha detto è vero. Non stiamo lavorando insieme in questo momento e non abbiamo in programma di lavorare insieme. Certo, è stato doloroso sentire certe cose, ma ho capito che ha dovuto rispondere anche per me, perché io sono rimasto in silenzio. Uno dei motivi principali per cui volevo parlarti oggi è solo perché che non voglio che Seth o mio fratello Dave Franco (anche lui attore ndr) o chiunque altro, debbano rispondere per me".

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Dicembre 2021, 15:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA