Gianmarco Tognazzi sul Green Pass: «È una garanzia per stare tranquilli, ma non si è immuni»

Green Pass, Gianmarco Tognazzi: «È una garanzia ma bisogna spiegare che chi si vaccina non è immune»

«Andrebbe fatta molta più chiarezza generale nella comunicazione che genera molta confusione». Queste le parole dell'attore Gianmarco Tognazzi nel commentare l'ipotesi di un Green Pass obbligatorio per accedere ad eventi sportivi, spettacoli e tutte le altre attività sociali.

 

Leggi anche > Elodie, debutto al cinema. Da cantante a attrice, ecco dove la vedremo: «Sono felice, abbatto un altro muro»

 

Da parte di Tognazzi c'è la totale approvazione nell'applicare il Green pass come norma di sicurezza, ma chiarendone il suo specifico utilizzo.

 

«Il green pass non è una limitazione, ma ha le sue variabili e questo bisogna spiegarlo bene. La comunicazione è addirittura più importante del provvedimento stesso che viene adottato, è fondamentale. Se la gentecontinua a credere cheessere vaccinato siginfichi essere immune o trasmettere il virus in maniera blanda, questo è un grosso problema che va spiegato bene, per non generare confusione».

E sottolinea: «Non deve più limitarsi ad alcuni settori, come era accaduto nelle seconda ondata dove le restrizioni erano rimaste solo in alcuni ambiti, come le sale cinematografiche. Perchè così, crei il sospetto che quelli siani i luoghi di contagio e stai dando un'informaizione sbagliata».

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 22 Luglio 2021, 21:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA