Filming Italy, l'Italia protagonista a Hollywood. La Cardinale e la Lollobrigida insieme a Los Angeles

Filming Italy, l'Italia protagonista a Hollywood. La Cardinale e la Lollobrigida insieme a Los Angeles

L’Italia e la cultura italiana protagonista anche negli States. Si svolge in questi giorni, da mercoledì 29 a venerdì 31 gennaio in California la quarta edizione di Filming Italy - Los Angeles, evento che porta all’attenzione dell’industria di Hollywood e del pubblico americano diversi aspetti dell’industria del cinema italiano. Creato e organizzato da Tiziana Rocca, Agnus Dei e Valeria Rumori (Direttore dell'Istituto Nazionale di Cultura di Los Angeles) e con la direzione artistica proprio di Tiziana Rocca, Filming Italy - Los Angeles vedrà la partecipazione di diverse personalità del cinema italiano ed internazionale, con una madrina d’eccezione, Claudia Cardinale, e Gina Lollobrigida presidente onoraria della manifestazione.

Proprio la doppia presenza delle due dive è uno dei tanti motivi di interesse della manifestazione. «È una foto bellissima e storica, quella di Claudia Cardinale e Gina Lollobrigida insieme, due icone e star del cinema internazionale conosciute in tutto il mondo, e che vanno anche molto d'accordo. Claudia non viene a Los Angeles da 15 anni», afferma Tiziana Rocca, ideatrice e organizzatrice di Filming Italy Los Angeles. «Siamo orgogliosi di essere arrivati alla quarta edizione, attraverso il Festival cerchiamo di promuovere il territorio italiano, far girare produzioni in Italia e far scrivere storie ambientate in Italia», continua la Rocca.

La città di Los Angeles consegnerà anche alcune proclamation, prestigiosa onoreficenza da parte delle autorità cittadine, a Claudia Cardinale, Gina Lollobrigida e agli altri attori italiani che parteciperanno al Festival: la Lollobrigida, oltre alla proclamation, riceverà anche il Filming Italy Best Movie Award dal direttore della rivista Best Movie Giorgio Viaro. La diva italiana inizierà proprio a Los Angeles a girare il docufilm The Last Diva, prodotto proprio da Tiziana Rocca con la sua Agnus Dei Production.

Patrizia Fersurella, produttrice di Anche senza di te tramite la Sunfilm Group, una delle case di produzioni giovani emergenti, riceverà il Filming Italy Producer Award. «La mission di Filming Italy è quella sia di promuovere il cinema italiano negli Stati Uniti, sia di promuovere i giovani produttori italiani aiutandoli ad avere contatti e far conoscere i loro prodotti, cosa che non è sempre facile», continua Tiziana Rocca. Steven Gaydos, vicepresidente ed Executive Editor di Variety, ritirerà il Filming Italy Award attribuitogli alla prima edizione del Filming Italy Sardegna Festival lo scorso giugno a Forte Village.

Il 31 gennaio sarà la volta de Il banchiere anarchico, film di Giulio Base che concluderà l'edizione 2019 di Filming Italy: tratto dall'omonimo racconto di Fernando Pessoa: «La proiezione ufficiale per la Hollywood foreign press consentirà alla pellicola di essere candidata per i Golden Globe del prossimo anno», conclude Rocca. Il film è prodotto da Agnus Dei Production in collaborazione con Rai Cinema e con la coproduzione di Solaria Film e AlberTeam Group ed è stato distribuito nelle sale italiane da Sunfilm Group.

IL BANDO LAZIO CINEMA INTERNATIONAL Novità di questa edizione è la presentazione del bando Lazio Cinema International (a cura di Cristina Priarone, Direttore generale di Lazio Film Commission): grazie a questo bando, la Regione Lazio cofinanzia importanti coproduzioni internazionali: la sovvenzione prevede un contributo a fondo perduto commisorato alle spese, e il nuovo bando offre due finestre (con plafond di 5 milioni di euro), una che si chiuderà il prossimo 14 febbraio, la seconda dal 30 maggio al 31 luglio. Oltre 60 le produzioni già cofinanziate negli ultimi tre anni, tra film e fiction di successo, portando a Roma e nel Lazio e nelle splendide location grandi registi e attori di fama internazionale.

ATTORI ITALIANI E INTERNAZIONALI Tantissimi i film in programma, così come gli ospiti d’eccezione: star italiane come Raoul Bova, che presenterà le prime immagini de La Regina del Sud, prodotta da Telemondo Globas Studio e Netflix, e Salvatore Esposito (il Genny Savastano di Gomorra), ma anche internazionali, come Edward James Olmos, straordinario attore americano, tra i protagonisti di entrambi i Blade Runner, che riceverà il Filming Italy Achievement Award. «Un occhio particolare per i giovani, con l’attore canadese Nolan Funk e l’attrice Halston Sage, a cui consegneremo lo Spotlight Award che premia le star americane emergenti - sottolinea Tiziana Rocca - in primo piano avremo anche produzioni italiane come I Medici e La befana vien di notte, con Paola Cortellesi che non potrà essere presente ma ha mandato al Festival un messaggio molto carino».

Il Festival, presentato sotto gli auspici del Consolato Generale d’Italia a Los Angeles e che vedrà la presenza della Console Generale Silvia Chiave, conta sul supporto della Direzione Cinema del MiRAC, di ANICA e da quest’anno di Lazio Innova, società in house della Regione Lazio. Sarà presente anche Italy for Movies, portale nazionale voluto dal MiRAC e gestito da Istituto Luce - Cinecittà in collaborazione con Italian Film Commissions, che ha come obiettivo quello di intercettare investimenti dall’estero per accrescere attrattività e visibilità dei territori italiani in chiave turistica attraverso la produzione di cinema e audiovisivi.
Ultimo aggiornamento: Venerdì 1 Febbraio 2019, 17:38
© RIPRODUZIONE RISERVATA