Divorzio a Las Vegas, Andrea Delogu: «Il Cinema? Una vera botta di fortuna»
di Michela Greco

Divorzio a Las Vegas, Andrea Delogu: «Il Cinema? Una vera botta di fortuna»

«Amo molto fare intrattenimento, lavoro in radio e tv da anni e in tempi non sospetti avevo studiato recitazione, ma questa è la mia occasione per mettermi alla prova come attrice al cinema. Farlo con questa commedia e con questi attori è stata una gran botta di fortuna». 
 

 

Lo dice Andrea Delogu, che si divide tra trasmissioni televisive, programmi radiofonici (La versione delle due su Rai Radio Due), la conduzione di serate e uno spettacolo a teatro (Il giocattolaio, col marito Francesco Montanari). E che, prima che il mondo affrontasse la pandemia, ha trovato il tempo di girare il suo primo film.

È Divorzio a Las Vegas di Umberto Carteni, commedia piena di citazioni all’americana – da Una notte da leoni a Harry ti presento Sally - in cui la sua Elena, in procinto di sposarsi (Gianmarco Tognazzi), deve partire per la città del gioco per liberarsi di un vincolo: 20 anni prima, in una pazza nottata sotto effetto di droga aveva sposato Lorenzo (Giampaolo Morelli), poi mai più rivisto. «Sulla sceneggiatura c’era scritto, letteralmente – racconta divertita Delogu – che io e Morelli dovevamo ‘limonare come assassini’. Quando l’ho fatta leggere a mio marito è rimasto un po’ interdetto e mi ha detto: «Lo sai, vero, che al cinema non si mette mai la lingua?’». E a chi le ha chiesto se ha provato imbarazzo nelle scene senza veli, ha risposto ridendo: «Io girerei nuda anche ora, qui. Mi sento a mio agio, non ho problemi».


Ultimo aggiornamento: Venerdì 2 Ottobre 2020, 08:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA