Festa del Cinema di Roma, palloncini rossi sulle note di Ennio Morricone: i bambini protagonisti sul red carpet - Video

Festa del Cinema di Roma, palloncini rossi sulle note di Ennio Morricone: i bambini protagonisti sul red carpet - Video

Bambine e bambini protagonisti di un suggestivo evento musicale, sulle note del Maestro Ennio Morricone, per accogliere il red carpet delle attrici e degli attori del film “Fortuna” e accendere i riflettori sulla condizione di milioni di minori, in Italia e nel mondo, che rischiano di vedere il proprio futuro negato a causa delle conseguenze della pandemia di Covid. 

Leggi anche > Scuole chiuse a Napoli, maestro si inventa la «didattica dai balconi». E la gente si affaccia felice

Nell’ambito della partnership tra Save the Children - l’Organizzazione che da oltre 100 anni lotta per salvare i bambini a rischio e garantire loro un futuro – e la Festa del Cinema di Roma, presso la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica i ragazzi dell’Orchestra “I Giovani Musici” di Roma, allievi della Scuola di Musica “L’Insieme", si sono esibiti in un omaggio al Maestro Ennio Morricone che ha accolto l’arrivo sul red carpet dei protagonisti del film in selezione ufficiale “Fortuna”.

La pellicola di Nicolangelo Gelormini, prodotta da Dazzle Communication con Indigo Film e con Rai Cinema, vede tra i protagonisti Valeria Golino, Pina Turco, Cristina Magnotti Anna Patierno e Luciano Saltarelli, è patrocinata da Save the Children. Un’iniziativa che ha accompagnato il lancio della nuova campagna dell’Organizzazione “Proteggiamo i bambini”, per dare cibo, scuola e protezione a tanti bambine e bambini, in Italia e nel resto del pianeta, colpiti dal devastante impatto socio-economico della pandemia. 

Simbolo della campagna sono i palloncini rossi, presenti come elemento scenografico lungo il red carpet e nello spazio destinato all’orchestra. A causa del Covid, 150 milioni di minori in più, in tutto il pianeta, rischiano di cadere nella povertà entro la fine dell’anno ed essere così privati di cibo, beni e opportunità essenziali per la loro crescita: vuol dire che 1 minore su 3 al mondo potrebbe vivere senza cibo sufficiente e accesso a beni e servizi essenziali. Uno scenario che non risparmia, seppur con altri effetti, neppure il nostro Paese.

«Sono gravissimi i rischi a cui tanti minori sono esposti in tutto il mondo durante un’emergenza come quella che stiamo vivendo: non solo tagliati fuori dall’educazione, ma anche esposti a violenze, abusi, sfruttamento e gravissime violazioni dei loro diritti. Se da un lato, con la pandemia e il conseguente lockdown, in tutto il mondo sono drasticamente aumentati i matrimoni precoci, in Italia si è assistito ad una crescita dei casi di violenza domestica, diretta o assistita, soprattutto nei contesti più marginalizzati. La Festa del Cinema di Roma ci ha offerto pertanto un’opportunità unica per sensibilizzare quante più persone possibile sull’importanza di agire prima che sia troppo tardi perché nessun bambino venga lasciato indietro a causa del Covid. Insieme, possiamo e dobbiamo proteggere fino all’ultimo bambino e restituirgli l’infanzia a cui semplicemente ha diritto», ha dichiarato Daniela Fatarella, Direttrice generale di Save the Children.

 


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Ottobre 2020, 18:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA