Clare Peploe, è morta la moglie di Bernardo Bertolucci. Sceneggiatrice e regista, da 40 anni a fianco del premio Oscar
di Stefania Cigarini

Clare Peploe, è morta la moglie di Bernardo Bertolucci. Sceneggiatrice e regista, da 40 anni a fianco del premio Oscar

Ha iniziato con Michelangelo Antonioni, ha continuato - per il resto della vita - con Bernardo Bertolucci. Clare Peploe, dal 1979 moglie del regista premio Oscar per "L'ultimo imperatore" e autore di capolavori come "Ultimo tango a Parigi" e "Novecento", è scomparsa ieri - 23 giugno 2021, a Roma. Lo annuncia la pagina Facebook intitolata al regista (scomparso nel 2018). Aveva 79 anni.

 

Leggi> Vittorio Storaro, Fiat Lux Roma: «Il mio omaggio fotografico alla civiltà romana». La mostra nella Capitale fino al 10 settembre

 

Nata a Zanzibar nel 1942, era cresciuta tra l'Inghilterra e l'Italia, aveva studiato alla Sorbona di Parigi e all'Università degli Studi di Perugia. Era sorella  dello sceneggiatore Mark Peploe.

 

L'attività nel cinema è iniziata come assistente alla regia di Michelangelo Antonioni in «Zabriskie Point» (1970) e di Bernardo Bertolucci in «Novecento» (1976). «La luna» (1979), sempre di Bertolucci, ha segnato il suo esordio come sceneggiatrice. Dopo aver realizzato nel 1981 il corto «Couples and Robbers», candidato all'Oscar e al British Academy Award, nel 1987 Peploe ha girato il suo primo lungometraggio «Alta stagione», vincitore della Conchiglia d'Argento a San Sebastian. Nel 1995 ha diretto «Miss Magic» con Bridget Fonda e l'allora poco conosciuto Russell Crowe. Nel 2001 ha presentato a Venezia «Il trionfo dell'amore».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 24 Giugno 2021, 16:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA