Borghi e Marinelli: «Tra noi amicizia forte come le montagne»
di Alessandra De Tommasi

Borghi e Marinelli: «Tra noi amicizia forte come le montagne»

I due attori di nuovo insieme nel film italiano in gara a Cannes "Le otto montagne"

A 7 anni da Non essere cattivo, si ricongiunge la coppia Alessandro Borghi-Luca Marinelli. Nel film Le otto montagne, in concorso a Cannes, i due attori mettono in scena il romanzo omonimo del Premio Strega Paolo Cognetti. Diretti da Felix van Groeningen e Charlotte Vandermeersch, i protagonisti ripercorrono l'amicizia tra Bruno e Pietro: il primo è un ragazzo di campagna, l'altro abita in un villaggio di 14 abitanti tra i monti. «Finalmente di nuovo insieme sul set commenta Borghi al provino abbiamo riso e pianto. È una storia di fratellanza per sempre, che somiglia proprio alla nostra, senza competizione».

 

Tom Cruise: «Per “Top Gun: Maverick” ho aspettato due anni. Non volevo tradire il cinema»


Immersi nel silenzio d'alta quota, hanno osservato gli stambecchi, imparato a mungere le mucche e preparare il formaggio: «È stato bello per me imparare a fare alcune attività manuali», commenta Marinelli, ricordando come Cognetti, sempre presente sul set, sia stato «un maestro di montagna» per loro: «Mi sentivo goffo all'inizio, anche in pericolo, ho imparato la pazienza di camminare passo dopo passo», prosegue Marinelli. Nel film si parla di perdita, d'amore, di natura, ma soprattutto di un legame vero e concreto. «Oggi conclude Borghi si tende a parlare troppo, soprattutto sui social e non capisci se chi parla di un sasso lo ha visto davvero o glielo ha riferito un amico di un amico che ne ha uno in casa». 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 20 Maggio 2022, 15:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA