Achille Lauro attore per Anni da cane: «Un futuro nel cinema? Non lo escludo»
di Michela Greco

Achille Lauro attore per Anni da cane: «Un futuro nel cinema? Non lo escludo»

ROMA - «Noi due folli sembra il film di Godard, io e te, io e te, in fondo». Sono le note di Io e te, brano inedito di Achille Lauro, a interpretare in musica le turbolente emozioni dell’adolescenza in Anni da cane, il film che Fabio Mollo ha presentato alla Festa del Cinema di Roma, sezione Alice nella città. Un racconto young adult che inquadra «la generazione di oggi, colorata, inclusiva, coraggiosa» seguendo le vicende di Stella (Aurora Giovinazzo, protagonista anche di Freaks Out), sedicenne che, dopo un trauma, è convinta che le resti solo un mese di vita, perché i suoi anni si contano come quelli dei cani. E che, quindi, stila un elenco di cose da fare «prima di restarci secca». Primo film Amazon Original italiano, in esclusiva su Prime Video da venerdì, Anni da cane conta anche su un cameo del cantante, che con la piattaforma streaming ha siglato un “overall deal” di due anni. «A livello internazionale queste collaborazioni sono frequenti – ha sottolineato Lauro – e spero che sia un punto di partenza per l’Italia. Sono riconoscente ad Amazon per avermi scelto, anche perché mi ha colpito molto la storia di questa ragazza che vede la sua vita segnata. Ho cercato di interpretarla al meglio». Su un suo eventuale futuro davanti alla macchina da presa dopo questa prima esperienza, il cantante non si sbilancia: «Non mi precludo nessuna possibilità, ma la mia carriera è basata sulla spontaneità e il cinema è una cosa seria, va fatto da chi è preparato. Per me però il fallimento è contemplato. Anzi, si può diventare di successo solo fallendo».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 20 Ottobre 2021, 06:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA