Belen Rodriguez a C'è Posta per te: «Partii per l'Italia per pagare la chemioterapia a mia nonna malata»

di Alessia Strinati
Belen Rodriguez è stata una delle ospiti di C'è posta per te, il programma di successo di Maria De Filippi che proprio ieri sera è tornato a far commuovere centinaia di italiani. Belen Rodriguez, a tal proposito, ci ha messo del suo, raccontando un episodio molto triste della sua vita che l'ha segnata profondamente e ha toccato molto anche il pubblico.

C'è posta per te: Stefania, richieste di aiuto e IBAN prima della puntata: cosa ha fatto
Paolo Bonolis, schiaffo al valletto di Avanti un altro che prende in giro Laurenti: «Ridi di tua sorella»



Belen Rodriguez ha raccontato, per la prima volta, che il motivo per cui è venuto in Italia era legato a sua nonna. Non ha mai nascosto di averlo fatto per motivi economici, per dare una mano alla sua famiglia in difficoltà durante la tristemente nota crisi finanzaiaria del paese sud americano, ma ha precisato questa volta di averlo fatto per poter curare sua nonna. La sua famiglia aveva scoperto da poco che l'amata nonna era malata di cancro: i medici stimarono che sarebbe sopravvissuta al massimo 4 mesi ma Belén, profondamenre legata a lei e determinata ad aiutarla, partì per l’Italia in cerca di lavoro. Con quei soldi fu possibile pagare la chemioterapia e salvare la vita a sua nonna.

Belen Rodriguez, nuovo fidanzato? Primo bacio su Instagram: ecco chi è lui

Belen Rodriguez era intervenuta come "sorpesa" per Matteo, sopravvissuto a un cancro, e proprio rivolgensosi a lui ha detto: «Matteo stimo la tua forza perché non tutti riesco a fare questo. Ti dico una cosa che non ho mai raccontato. Quando avevo 18 anni, mia nonna si ammalò di cancro e le diedero quattro mesi di vita. Mi è crollato il mondo addosso perché lei era tutto per me. Ho fatto un viaggio, sono andata in Italia e lavorando sono riuscita a pagare la chemioterapia. Mia nonna è andata avanti per tantissimi anni e me la sono goduta a lungo».
Domenica 13 Gennaio 2019, 10:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA