Nancy Brilli risponde a Leggo: «È bello scoprire un mondo nuovo»

Nancy Brilli risponde a Leggo: «È bello scoprire un mondo nuovo»

Avrei potuto sentirmi me stessa senza poter parlare mai di amore? No. Se ti allontani troppo da quello che è la verità, quello che hai dentro, la tua anima, poi sei costretta a portare maschere sempre più pesanti che alla fine convincono anche te. Con la famiglia è sempre più difficile perché è uno stereotipo, e lo stereotipo è un modello che noi utilizziamo per conoscere la realtà. Francesca, mamma e attivista, (#Freeda) racconta del suo coming out, e del suo impegno ad agire sugli stereotipi, cercando di ampliare le immagini standardizzate che abbiamo, e andare oltre. Mi piace moltissimo questo modo di vedere le cose, e di agirle. Il mondo è nuovo, e nuove sono le modalità d'uso dello stesso. Vogliamo essere nuovi anche noi? Vogliamo aprirci all'altro, al disuguale, al vario? Io credo che sia interessante, e che possa farci crescere. Partendo per esempio da una piccola cosa che ho fatto anche io: non pensare che l'altro sia per forza in malafede. Vogliamo dare alla gente la possibilità di essere ancora umana?
Io si. Io si. Si.

brillisevuoi@leggo.it
riproduzione riservata ®
Mercoledì 19 Giugno 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA