Nancy Brilli su Leggo: «Non torniamo al normale»

Video
di Nancy Brilli

Tiziano non è d'accordo sul ritorno al normale. Ha ascoltato proclami di ogni specie, e s'è stufato. Ma che tornare punto e a capo, ma che far finta che non sia successo niente! È passato un lungo inferno, e non è vero affatto che basta l'ottimismo per attrarre per le cose buone e giuste. Le cose vanno come vanno, e noi mortali sotto, a barcamenarci e tentare di raddrizzare la bussola. Tolstoj sosteneva che il meglio è la pazienza: aspettare. Ma non passivamente, quella è pigrizia. Andare avanti comunque, anche quando il cammino è difficile e lento, questo si che porta a qualcosa di buono. Normale, poi, che è? Un'illusione. Ciò che è normale per il ragno è l'incubo per la mosca, si dice, no? Cercherei, quindi, di fare passi nuovi, avendo avuto l'incredibile abilità, ti ricordo, di essere arrivati fino a oggi, una roba talmente strabiliante che ancora non mi capacito. Che bravura insospettabile. Che forza di affrontare la mostruosità, la paura, i lutti, che abbiamo tirato fuori! No, non torniamo al normale di prima, andiamo oltre. Non è che ce la faremo. È che, incredibilmente, fin qui ce l'abbiamo già fatta...


(brillisevuoi@leggo.it)


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Ottobre 2021, 13:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA