Nancy Brilli risponde su Leggo: «Se lui ti sembra un estraneo»
di Nancy Brilli

Nancy Brilli risponde su Leggo: «Se lui ti sembra un estraneo»

Marcella dice che ha fatto una riflessione: suo marito è un estraneo. Non ha fatto la sua stessa strada, il suo percorso educativo, le sue esperienze, viene da un altro sistema di vita. Marcella non si dà pace per l'aver messo tutto nelle mani di quest'uomo, decisioni, vacanze, scelte genitoriali, umori. Mia bella, conosci il matrimonio. Serve a condividere, invece tu che pensavi? Di avere un nuovo papà che si occupasse di tutto al posto tuo? Mentre tutto veniva messo nelle mani di questo poraccio, tu che facevi? Dov'eri? Ti avranno mica costretta? Sono quasi certa che qualcosa di lui ti deve essere piaciuto, per affidarti così. E comunque bisogna agire, sai? Siamo tutti in bilico. Tutto labile, difficile investire sul futuro. Ma dobbiamo ricominciare a prendere decisioni, non solo a farci aiutare. Per te è così scontato, non lo vuoi chiedere, vero? Mi duole darti una notizia: non funziona. Ti tocca impegnarti, e probabilmente riuscirai a ottenere la cosa giusta, fondamentale. Amarti. Non può farlo nessuno, al posto tuo. Ricordati che non sei in guerra e tuo marito non è il tuo nemico, troppe volte i rapporti si sciolgono in inutili lotte di potere. Guardati dentro, e vogliti bene da persona adulta. Secondo me andrà meglio.

(brillisevuoi@leggo.it)
Ultimo aggiornamento: Martedì 11 Febbraio 2020, 07:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA