Nancy Brilli scrive su Leggo: «Indigestione di tv. Tommaso, perché ti indigni?»

Video

Il sedicente ragazzo Tommaso, anni quarantacinque, ha fatto un'indigestione forzata di programmi televisivi. Causa rottura scomposta di tibia e perone procuratasi cadendo dal pattino (che poi mi spiegherà come ciò sia possibile, ma per il momento andremmo fuori tema), s'è sciroppato ore di tv. Ha visto coppie scoppiate e ricomposte, senior e non, mondi distopici, e come ti cucino a mezzogiorno e come ti scoppio i brufoli il pomeriggio e spose, spose, spose, tante spose. Lamenta che le trasmissioni siano lobotomizzanti, e giù che se la prende e se la rivolta.

Ragazzo Tommaso, ma perché t'indigni? Posto che pure un libro non ti avrebbe fatto malaccio, ma quelli son gusti, quindi risaputamente non si discute, io credo che la tv abbia fatto il mestiere suo: ti ha tenuto compagnia. Vabbè che il tuo senso del tempo che passa dev'essere alterato, datosi che ti definisci ragazzo a mezz'età passata, però pensa: in un solo minuto il nostro corpo produce fino a centoottanta milioni di globuli rossi. Esplodono 1800 stelle. Puoi dire 150 parole. In due mesi sussistono 87600,096 minuti. Pensa che strazio, a non potersi muovere! Dovevano passare due mesi? E son passati. Nella vita di tutti capita un momento in cui ce n'è bisogno, di staccare il cervello. Auguri.


(brillisevuoi@leggo.it)

Video


Ultimo aggiornamento: Martedì 5 Luglio 2022, 12:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA