Nancy Brilli su Leggo: «Carola, addio maldicenza»

Video
di

Carola mi ha colpita. Si è resa conto che, avendo iniziato un percorso di meditazione, pensava di essersi messa su una strada di giustizia e purezza. In realtà si è accorta, praticamente subito, che nel grandissimo casino che aveva dentro la testa, trovava molto spazio la maldicenza.

 

Si vergogna. Si rende conto che era diventato talmente comune pensar male e dir male della gente, da non vedere più quanto si fosse normalizzato il modo di ragionare in maniera avvelenata. Disutile. Carola si è resa conto che pensava perennemente con quella che lei stessa e i suoi amici definivano scherzosa malignità. Che in realtà era cattiveria e basta. Non lo vuole più fare. Si è resa conto di non piacersi proprio, e che quello era inconsapevolmente diventato un modo, il suo normale modo di comunicare.

 

Ha deciso, Carola, di addestrarsi a cambiare sistema, che quello che ha usato finora non era nemmeno ragionato, era solo banalità cattiva del gruppo. Sono colpita. È pieno di malelingue, ma tu hai deciso che basta così. Rendersi conto di un errore è cosa rara. Da oggi ti seguo. Secondo me ce la fai.


(brillisevuoi@leggo.it)


Ultimo aggiornamento: Martedì 19 Ottobre 2021, 13:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA