Nancy Brilli su Leggo: «La generazione della felicità» ASCOLTA L'AUDIO
di Nancy Brilli

Nancy Brilli su Leggo: «La generazione della felicità» ASCOLTA L'AUDIO

Poi c'è Mauriziodellevernici, che si dichiara facente parte della generazione più felice di sempre. Quelli nati tra i 60 e i 70 del 900. Quelli cresciuti nella libertà di vacanze lunghe quattro mesi, al mare, al paese di nonna, quelli ore e ore per strada e nei cortili. Quelli che andavano a scuola col grembiule, il fiocco e la cartella sulle spalle, dai quali non ci si aspettava nulla se non sbucciature sulle ginocchia e di essere promossi a scuola. Nessuno pretendeva che si parlasse l'inglese a sette anni, niente corsi di yoga o di paddle intensivo, al massimo una volta a settimana in piscina. L'adolescenza arrivata insieme agli hamburger, a Madonna e al walkman. Telefonate con i primi amori dal telefono a gettoni dalle cabine delle discoteche alle quattro di pomeriggio.
Mauriziodellevernici dice che è cresciuto nella spensieratezza, nella ferma convinzione che non sarebbe mai stato altro che felice, e, per quanto ora il futuro faccia paura, dice che lo è stato davvero e lo sarà. Siamo la generazione più felice di sempre, per Mauriziodellevernici. Non mi pare, ma senti. Mi piace. Facciamo che ti credo.


(brillisevuoi@leggo.it)

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 


Nancy Nicoletta Brilli nasce a Roma il 10 aprile del 1964. È attrice, abbastanza pittrice e regista e molto Capofamiglia. Inizia a lavorare a 19 anni nel film Claretta di Pasquale Squitieri, da allora ha recitato senza interruzione in cinema, teatro, televisione e web. Beh, fino all'inizio del Covid, almeno.


Ultimo aggiornamento: Martedì 20 Aprile 2021, 18:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA