Nancy Brilli risponde su Leggo: «Curve, cellulite e buon vacanze»
di Nancy Brilli

Nancy Brilli risponde su Leggo: «Curve, cellulite e buon vacanze»

Ho avuto a che scrivere con un tale. A un mio post vacanziero mediamente panoramico, con modestissimo sfoggio di curve ma abbondante, invece, di scogliera, e annessa didascalia in cui dichiaravo quanto per me sia rigenerante l'acqua marina, il tipo se n'è uscito con un commento di scarsa levatura sul fatto che la foto fosse da lontano, almeno duecento metri, a suo dire, e sempre a suo dire si sa che lei (io) è vecchia e si fa fotografare da lontano per non far vedere rughe cellulite e ca vari. Da ciò è scaturita una diatriba degna di miglior causa, ma, al di là della pochezza delle argomentazioni dell'individuo, la cosa che mi ha davvero lusingata è stata l'arringa delle donne contro il di lui vieto pensiero. Hanno difeso una che manco conoscono, con proprietà di linguaggio, ironia, orgoglio e senso di appartenenza. Dicono delle donne che non sappiano fare gruppo, ed è stato piuttosto vero a lungo, ma ora, bellezze mie, ora vedo un reale sporgersi da sé stesse per guardare oltre, per spendere una parola e un tempo per un'altra. Al signore minuscolo tolgo nome e parola, ma alle Signore vorrei poterne dare, e in abbondanza. Mo' che ci penso, magari faccio un partito, che mi votano. No, magari no, meglio di no. Buone vacanze.
(brillisevuoi@leggo.it)
Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Luglio 2020, 02:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA