Nancy Brilli risponde su Leggo: «No, non è una shakerata»
di Nancy Brilli

Nancy Brilli risponde su Leggo: «No, non è una shakerata»

Anna mi scrive di una sua amica. Questa amica ha un marito che non la tratta bene. Questa amica ha una volta un occhio nero (sono caduta), una volta una spalla lussata (ho sbattuto)…Questa amica ha un bambino di quattro anni, che verso le otto si infila sotto il tavolo, e Anna non capiva perché. Poi si è resa conto che quella è l’ora in cui il papà torna a casa. Il papà urla tanto, il papà vuole tutto in ordine, perché quella sedia non è al suo posto? E perché non è già pronto da mangiare? Urla che è stanco e che lavora tutto il giorno, che ha il diritto di pretendere un piatto a tavola, mica chiede tanto, no? E dà un ceffone alla mamma. L’amica dice che in fondo non è niente, in fondo è solo una “shakerata”, poi gli passa, poi si calma…Anna, non va. Non va proprio. Da quando sono testimonial per Telefono Rosa ne ho sentite troppe, di amiche che vengono picchiate dai mariti. E di bambini che assistono. Bisogna proteggersi. Meritiamo rispetto, tutte. Ama il prossimo tuo come te stesso, ma non di più. C’è un numero, il 1522, gratuito e attivo sempre, anche di notte. Dì alla tua amica di chiamarlo. Ci sono cose che non riusciamo a fare da sole, ma ci sono donne che aiutano le altre donne. Sono forti, sono brave. Chiama.

(brillisevuoi@leggo.it)
Martedì 19 Febbraio 2019, 07:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA