Amici 2020, la sera di Maria tra Sardine, sfida e All Star. Si apre con Santori: «Contro l'odio»
di Rita Vecchio

Amici 2020, la sera di Maria tra Sardine, sfida e All Star. Si apre con Santori: «Contro l'odio»

Un serale che continua a rinnovarsi. Quello del talent Amici di Maria De Filippi, arrivato alla 19esima edizione, che andrà in onda in prima serata su Canale 5 da venerdì 28 febbraio, anticipato di un mese e mezzo rispetto al previsto. Le Sardine con Mattia Santori, Jasmine Cristallo e Lorenzo Donnoli saranno ospiti domani sera per parlare contro l’odio, mentre 40 esponenti del movimento di tutta Italia saranno tra il pubblico. Intrusione della politica ad Amici? «Nessuna: le Sardine sono un movimento spontaneo e non politico», risponde in conferenza stampa la De Filippi dal Teatro 5 degli studi Titanus Elios di Roma dove si registra la trasmissione. «Sarebbe stato diverso se avessi invitato Salvini che rappresenta, al contrario, un partito politico». Serale, con la direzione artistica del coreografo Giuliano Peparini, anticipato al venerdì (tornerà di sabato alla fine delle ultime quattro puntate di C’è posta per te, altro programma che conduce). «È la prima volta che mi ritrovo in prima serata in due giorni consecutivi», dice la De Filippi scherzando.

CARLO E MARIA
Maria continua a scherzare proiettando un faccia a faccia con Carlo Conti, suo diretto concorrente per le tre puntate in cui Amici va in onda di venerdì con La Corrida su Rai1: «Non sono contenta, Carlo è mio fratello e la Corrida il mio programma preferito». E Conti, risponde: «Non sono contento, Maria è mia sorella e mi spiace non potere vedere Amici». E chiosa, a sedare ogni polemica complottista che metterebbe l’una contro l’altro: «Non c’è nessuna competizione con Carlo». Poi, spegne ogni polemica anche sulla querelle Milly Carlucci.

GIURIE, OSPITI, GARA
Le serate saranno nove. La finale è prevista per la sesta. Le ultime tre «saranno All Star, una festa con talenti delle passate edizioni e qualche “extra” come Michele Bravi». La gara dei 10 talent sarà all’insegna del tutti contro tutti. Niente più squadre (bianca e blu). E tre giurie: artisti vari con Gabry Ponte, Loredana Bertè, Vanessa Incontrada e Tommaso Paradiso («non sarà un giurato vero e proprio, commenterà le esibizioni»); i professori e la Var con il maestro Vessicchio e il coreografo Cannito; e la giuria del televoto. Previsto il voto della stampa nelle puntate finali. Ospiti di domani, Alessandra Amoroso, Ermal Meta, Elisa, Ghali, Emma e J-Ax. Luciana Littizzetto che telefonerà in trasmissione, «idea che mi è venuta da Sanremo e dalla telefonata che ho fatto ad Amadeus e Fiorello». Mentre Al Bano e Romina «che cantano e ballano come fosse karaoke» saranno ospiti fissi in ogni puntata per il segmento Amici Prof, la gara collaterale allievi-docenti.

L’EVOLUZIONE DI AMICI
La più grande soddisfazione nelle varie edizioni? «Riuscire a dare un’opportunità ai ragazzi». Il rimpianto? «Sono passate persone brave e non ce ne siamo accorti». Per la serie, l’umiltà è signora. E Maria De Filippi, lo è. Il riferimento è a Ultimo, che non passò le selezioni. «Una volta i ragazzi arrivavano senza un progetto musicale, ora sanno quello che vogliono, che Amici è un punto di partenza e che la casa discografica non è punto di arrivo. Dovrebbero, però, farsi condizionare meno dai commenti negativi che leggono in rete con i loro cellulari. Li usano troppo. Venti anni fa, quando abbiamo iniziato, non era cosi».

Ultimo aggiornamento: Giovedì 27 Febbraio 2020, 10:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA