Nonni soli durante le feste, l'idea per far fare un regalo anche a loro: arrivano i "nipoti" di Babbo Natale
di Luca Calboni

Nonni soli durante le feste, l'idea per far fare un regalo anche a loro: arrivano i "nipoti" di Babbo Natale

Ines vorrebbe una barretta di cioccolato, Ersilia una piantina, Salvatore un paio di scarpe nere. Regali semplici, richiesti nella letterina a Babbo Natale non da bambini o ragazze, ma da persone che hanno tutte oltre 85 anni. Natale è quel periodo dell'anno in cui tutti ricevono un regalo o un pensiero da parte della famiglia. Per chi una famiglia non ce l'ha più, per tutte le persone sole, e in particolare per quelle non più proprio giovanissime,  è nato il progetto «Nipoti di Babbo Natale». L'idea è di Katerina Neumann, una ragazza originaria della Repubblica Ceca, e il progetto è arrivato in Italia grazie a «Un Sorriso in più», per portare gioia anche ai più bisognosi: sono i vecchietti a ricevere il loro presente, dopo aver scritto la canonica letterina.

Due ragazzini trovano un portafogli con i soldi della pensione e lo restituiscono all'anziano. L'uomo si commuove​
 

«Per chi il Natale lo trascorrerà lontano da casa, per chi parenti non ne ha, o non ne ha più, il 25 di dicembre può rivelarsi un momento di solitudine - si legge sul sito dei Nipoti di Babbo NataleGrazie al progetto “Nipoti di Babbo Natale” tutti possono realizzare il sogno di un anziano che vive in una casa di riposo. Un piccolo gesto che si trasforma in qualcosa di magico».

Bambina cade dal quinto piano, due passanti la prendono al volo​

Non ci sono limiti di età per scrivere una letterina ai nipoti di Babbo Natale, come non c'è un tetto massimo agli anni che può avere il donatore. L'obiettivo è di far passare a tutti un vero Natale di calore e affetto, anche a distanza: non è necessario portare di persona il cadeau, che volendo può essere consegnato direttamente dall'associazione stessa. E così Elia, giovanotto di 70 anni, ha ricevuto la sua camicia da notte, la 93enne Sofia ha ricevuto dei gomitoli di lana, e Giuseppina ha ricevuto il calore umano di «una persona per qualche ora tutta per me con cui parlare». Perché a Natale è bello ricevere, ma è bellissimo donare. E donarsi.
Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre, 10:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA