Allarme morbillo: "In tre mesi oltre mille casi in Italia"

Allarme morbillo: "In tre mesi oltre mille casi in Italia"

L'allerta morbillo non si arresta e i casi riscontrati, dall'inizio del 2017, continuano a crescere fino ad arrivare a 1010. Dopo gli allarmi dei giorni scorsi relativi a numerosi casi in varie parti d'Italia, e la segnalazione ieri dell'Ufficio europeo dell'Organizzazione mondiale della sanità, per monitorare e descrivere in modo tempestivo l'epidemia di morbillo in corso nel nostro Paese da gennaio 2017 il ministero della Salute e l'Istituto superiore della sanità hanno avviato la produzione di un'infografica settimanale, che fornisce una panoramica sulla distribuzione dei casi segnalati al Sistema di sorveglianza integrata morbillo e rosolia, per regione, fascia di età e stato vaccinale.

Ebbene, nel periodo dal 1 gennaio al 26 marzo 2017 sono stati segnalati 1.010 casi di morbillo. Quasi tutte le Regioni (19 su 20) hanno segnalato casi, ma l'86% proviene da cinque aree: Piemonte, Lombardia, Lazio, Toscana, e Abruzzo. Il 90% dei pazienti era non vaccinato e la maggior parte dei casi è stata segnalata in persone con almeno 15 anni (57% nella fascia 15-39 anni e 17% negli adulti maggiori di 39 anni), con un'età media dei pazienti pari a 27 anni. Il 26% dei casi è stato segnalato in bambini di 0-14 anni; di questi, 50 avevano meno di un anno. Infine, sono stati segnalati 113 casi di morbillo tra operatori sanitari.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 29 Marzo 2017, 19:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA