Instagram, ora le stories degli influencer si pagheranno: arrivano i contenuti inediti

Instagram, ora le stories degli influencer si pagheranno: arrivano i contenuti inediti. Ecco cosa cambia

Anche il social di Zuckerberg approda ai contenuti a pagamento: stories, live e badge. Ecco le novità per i follower

Pagare un abbonamento per vedere contenuti esclusivi: ecco la nuova frontiera di Instagram. Marck Zuckerberg prende spunto da OnlyFans così come ha fatto con Snapchat, con l’app MSQRD (poi acquistata) e con Facebook Messenger, che funziona in modo identico a Whatsapp (acquistato nel 2014 per 19,3 miliardi di dollari). Negli Stati Uniti il test è già partito. Un avvio timido fatto di dieci influencer che ora hanno la possibilità di ricevere subscription in cambio di contenuti inediti. Tra loro ci sono la cestista Sedona Prince, la modella Kelsey Cook e l’atleta Jordan Chiles. «Le subscription sono uno dei modi migliori per avere un reddito prevedibile», ha detto il Ceo di Instagram – social network parte del gruppo Meta, ex Facebook – Adam Mosseri in un video postato. Ma il Ceo ci tiene anche a sottolineare un altro aspetto importante: quando pensiero agli influencer ci viene subito in mente Chiara Ferragni o altre del suo calibro e con milioni di follower, ma ci dimentichiamo del sottomondo dei microinfluencer che non sempre riescono a economizzare nonostante i propri sforzi per emergere. 

 

Instagram a pagamento, ecco come funziona

Sono tre le principali novità per i content creator che, in futuro, potranno mettere a disposizione su abbonamento parte dei propri contenuti che ha riassunto il Ceo Mosseri Contenuti a pagamento: come funziona col test di Instagram Il Ceo Mosseri. Innanzitutto va specificato che (per ora) i profili di tutti rimarranno aperti quindi non sarà richiesto nessun pagamento per accedere ai contenuti degli influencer. La decisione di seguire o no un personaggio a pagamento sarà del singolo follower che con l'abbonamneto potrà accedere a contenuti esclusivi: stories, live e avrà in oltre un badge accanto al proprio nome di fianco a ogni commento. Va specificato che i profili di tutti rimarranno (al momento) pubblici e dunque non ci sarà un sistema chiuso secondo il quale su certi profili si potrà accedere soltanto pagando. Chi sostiene un determinato influencer potrà avere la possibilità di seguire stories esclusive, live esclusive e avrà un badge accanto al proprio nome ad ogni commento. Questo perchè così l’influencer, magari di fronte a centinaia di commenti, potrà dare la priorità a chi ha deciso di sostenerlo/a direttamente.

Le novità

Per chi non lo sapesse, gli Instagram Badge sono strumenti già presenti sull’app e si possono acquistare durante le Live (con opzioni che partono daa 0,99 dollori fino a 4,99 dollari) in modo tale da supportare l’attività dei propri creator preferiti. Per abbonarsi ai contenuti di un personaggio pubblico ci sarà un tasto dedicato nella home page del social, sotto la bio. Di fronte a una notizia simile la cautela è d’obbligo: da (quasi) sempre l‘advertising per i social, Instagram compreso, è la loro principale fonte di reddito. Non è dunque detto che si voglia stravolgere il modello economico, seguendo magari quanto proposto da altre piattaforme, dove si sostengono direttamente le persone per i loro contenuti. La nuova funzione di Zuckerberg potrebbe minare il dominio attuale di OnlyFans, che può comunque puntare sulla sua arma segreta: la totale assenza di censura in materia di contenuti, chissà Instagram quali contenuti deciderà di mostrare solo a pagamento. 

 

 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 20 Gennaio 2022, 20:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA