Engine Drifting Day, i bartender si sfidano sulla pista del papà di Valentino Rossi

Video
di Nicole Cavazzuti

​​Una gara tra bartender sulle quattro ruote, in pista. E su un circuito del tutto esclusivo: quello di Graziano Rossi, papà di Valentino Rossi, a Tavullia. Si chiama Engine Drifting Day ed è l'innovativo e originalissimo format lanciato da Engine, gin prodotto nelle Langhe da Paolo Dalla Mora e distribuito in Italia da Velier.

 

Engine Drifting Day

Come nasce l'idea di Engine Drifting Day? «Volevo creare un legame ancora più forte tra Engine (che in inglese vuol dire motore) e il mondo dei motori, entrambe mie grandi passioni. Non solo: avevo pure l'ambizione di proporre ai bartender un evento inedito e adrenalinico davvero irinunciabile con lo scopo che partecipassero i migliori nomi della scena italiana», spiega Paolo Dalla Mora. 

 

Che dire? Missione compiuta. Sulla pista di Graziano Rossi, ex pilota motociclistico e padre del campione Valentino, si sono fronteggiati a colpi di drifting nove star del bere miscelato tra cui il milanese Luca Hu (fondatore del Chinese Box, Agua Sancta e Bob a Milano), il romano Patrick Pistolesi (patron del Drink Kong di Roma) e il napoletano Alex Frezza (anima de L’Antiquario di Napoli).
 

 

I risultati

A vincere Engine Drifting Day è stato Edoardo Nono (titolare del Rita e del Rita's Tiki Room di Milano), seguito da Alex Frezza e, a pari merito, da Cinzia Ferro (proprietaria dell'Estremadura Cafè di Verbania e unica barlady) e da Salvatore Calabrese, alias The Maestro (fondatore del famoso Salvatore’s nel Playboy Club di Londra).


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 8 Settembre 2021, 18:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA