Bagno Vignoni, celebrità stregate dal borgo dei libri: da Conticini a De Cataldo, il viaggio si fa spettacolo
di Laura Larcan

Bagno Vignoni, celebrità stregate dal borgo dei libri: da Conticini a De Cataldo, il viaggio si fa spettacolo

Stregati dalla luna e dal borgo millenario, quasi un revival da grand tour romantico. Ne sanno qualcosa le tante celebrità (molte in trasferta dalla Capitale) che si sono date appuntamento a Bagno Vignoni, gioiello di suggestione termale, incastonato nella Val d’Orcia, tra le morbide ed eleganti colline senesi all’ombra dell’Amiata per la XII edizione de “I Colori del Libro”, la storica kermesse culturale che trasforma il paesino nella “casa” dei libri.

Un’atmosfera da piccolo mondo antico dedicato alla lettura, con una buona dose di effetto fiabesco. Innamorati del posto (che hanno esplorato da autentici turisti curiosi), ecco Giobbe Covatta e la moglie Paola Catella, arrivati in questa porzione di Toscana per presentare (e divertire di gusto, ça va sans dire) il loro volume, Donna sapiens. Complici il colpo d’occhio della grande vasca termale di orgoglio archeologico e gli scorci pittoreschi di vicoli e piazzette, in tanti si sono dichiarati innamorati della location.

Bagno Vignoni, il borgo delle terme diventa "casa" dei libri, tra celebrità, Dante e gastronomia

Paolo Conticini, star di cinema, televisione e teatro, arrivato con la moglie Giada Parra, che ha approfittato subito per un tour dei vicoli e i negozi. Al suo debutto da scrittore, si è raccontato al pubblico in un viaggio auto-biografico, sulla scia del suo libro Ho amato tutto. E per lui è scattata la corsa al selfie. Il magistrato-scrittore Giancarlo De Cataldo, il padre letterario di Romanzo criminale, che qui ha portato il suo ultimo romanzo Il suo freddo pianto. E ancora, la bellissima e brillante Lucilla Agosti, attrice e conduttrice, che ha rivelato la sua anima briosa presentando Se esplodi fallo piano, al suo esordio letterario. Applausi, firma-copie e valzer di degustazioni di prodotti locali.

In Val d’Orcia la bellezza si respira con l’aria e i fasti cinematografici echeggiano tra poderi e filari di cipressi. Non foss’altro che proprio qui Ridley Scott ha girato scene memorabili de Il Gladiatore con Russell Crowe. E per la rassegna di Bagno Vignoni, protagonisti ancora il volto di Rai Storia Cristoforo Gorno e Luca Telese, il medico Pierdante Piccioni che ha emozionato con il suo Meno dodici, da cui è tratta la serie tv “Doc – Nelle tue mani” con Luca Argentero, e Carmen Pellegrino finalista al Premio Campiello 2021 con La felicità degli altri. Tutto il bello di incontri a tu per tu con personalità del mondo della cultura e dello spettacolo, passeggiate letterarie dedicate a Dante, reading, e soprattutto una mostra mercato di editori toscani e italiani.

Gli stessi ospiti si sono divertiti a curiosare tra volumi antichi, edizioni limitate, occasioni. Senza dimenticare di affacciarsi nella LibrOrcia (libreria che sembra uscita da un “libro” di favole). Un successo per l’evento promosso dal Comune di San Quirico d’Orcia e organizzato dal portale toscanalibri.it. In attesa di Osvaldo Bevilacqua, mattatore del saggio “Valore Val d’Orcia” scritto da Lorenzo Benocci e Cristiano Pellegrini sul fenomeno di un paesaggio divenuto “icona”, amato da cinema, fotografi internazionali, e riconosciuto dall’Unesco come patrimonio mondiale dell’umanità. Va dove ti porta il cuore, allora.

 

 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 13 Settembre 2021, 13:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA