Scuola, il rientro in classe alle superiori bloccato tra proteste e rinvii. Licei paralizzati, e c'è il rebus Maturità
di Lorena Loiacono

Scuola, il rientro in classe alle superiori bloccato tra proteste e rinvii. Licei paralizzati, e c'è il rebus Maturità

Alcuni sono tornati in classe, ma tanti ancora no: il rientro alle scuole superiori resta impantanato tra proteste e rinvii.

 


RIENTRO NEL CAOS Sarebbero dovuti tornare in presenza al 50% dall'11 gennaio, ma poi per gli studenti dei licei la situazione si è complicata: le Regioni hanno preso tempo, prevedendo rientri dal 18 fino a febbraio, se no marzo per quel che riguarda le zone rosse. Nel frattempo, tra ordinanze e ricorsi al Tar, è esplosa la protesta dei ragazzi e dei professori: la linea comune è quella di tornare in presenza, sì, ma in sicurezza. E allora da lunedì si susseguono scioperi e presidi di fronte alle scuole, agli uffici scolastici e alle prefetture.

 


ROMA Gli istituti superiori, in classe da lunedì scorso, vanno avanti con le proteste: ieri un guasto sulla Roma-Lido poco prima delle 8, quindi nell'ora di punta, ha fatto esplodere la polemica sugli assembramenti e i disagi per tutti gli studenti a bordo. Lunedì in piazza ci saranno anche i docenti con un presidio della Uil scuola al ministero dell'istruzione.

 


MILANO In Lombardia, zona rossa, non è previsto il rientro prima di marzo: ieri a Milano è stata occupata la decima scuola, dopo lo storico liceo classico Parini è stata la volta dello scientifico Einstein.

 


MATURITÀ SOTTO ESAME Tra i motivi della protesta anche le incertezze su come si svolgerà l'esame di Stato 2021. I ragazzi dell'ultimo anno, in didattica a distanza praticamente da un anno, chiedono certezze. Il ministero sembra orientato a confermare l'esame in una sola prova, utilizzato nel 2020: un maxi colloquio in presenza, per sostituire l'orale e le due prove scritte, e l'abolizione dell'obbligo della prova Invalsi in primavera. II Pd spinge anche per uno scritto, probabilmente di italiano, e potrebbe tornare l'ammissione all'esame che, invece, lo scorso anno venne garantita a tutti. Previsto inoltre il debutto del curriculum dello studente. «Sarà un esame serio ha assicurato la ministra Azzolina - anche se non è ancora stata decisa la modalità di svolgimento».

 


riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Gennaio 2021, 10:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA