Scuola, Azzolina: «Si torna il 14 settembre. Aule sovraffollate colpa dei tagli del passato». A Firenze didattica al teatro

video
«Io rispondo a tutti quelli che manifestano perplessità. È chiaro che il 14 settembre, lo ribadisco ancora una volta, si ritornerà a scuola. E per questo voglio tranquillizzare tutti quelli che hanno manifestato perplessità». Lo ha detto il ministro dell'Istruzione, Lucia Azzolina, oggi a Firenze, parlando con i giornalisti al termine della riunione del tavolo regionale della Toscana sulla ripresa dell'attività scolastica.

Leggi anche > Scuola, test sierologico a tutto il personale e su un campione di studenti: la bozza dell'accordo col Miur​

«Se si parla di aule sovraffollate - ha aggiunto Azzolina - è sempre bene ricordare un po' di storia e quindi capire da dove nascono le aule sovraffollate, a causa di tagli purtroppo che sono stati fatti nel passato e ai quali noi adesso stiamo rimediando, investendo tanti soldi sulla scuola, perché da gennaio a oggi abbiamo messo sei miliardi sulla scuola, a fronte dei tagli brutali che sono stati fatti in passato»
 
 

FIDUCIA IN CTS, MINISTERO DELLA SALUTE E OMS

«Quando a marzo è scoppiato il fenomeno del coronavirus non avevamo alcun genere di ricerca scientifica, ci siamo sempre fidati della comunità scientifica, e continuiamo a farlo; ci siamo fidati e ci fidiamo del nostro Comitato tecnico scientifico del Ministero della Salute, dell'Organizzazione Mondiale della sanità. È chiaro che la scienza va avanti, progredisce, e noi continueremo a fidarci di quello che la scienza ci dirà. Quindi ovviamente non è il Ministero dell'Istruzione a poter poter validare una ricerca piuttosto che un'altra, però ben vengano tutti gli studi scientifici che potranno tranquillizzarci sui nostri studenti».

A FIRENZE DIDATTICA IN TEATRO PERGOLA

«È stato un tavolo molto importante e ci tengo a sottolineare la grandissima collaborazione da parte di tutti gli enti locali che stanno facendo un grande lavoro per la regione Toscana, così come in tante altre regioni. Ci sono delle piccole criticità, ma assolutamente risolvibili. Per quanto riguarda gli spazi, so che verranno anche utilizzati edifici scolastici dismessi, comunque qualche istituzione scolastica lo ha chiesto, e questo è positivo». Lo ha detto la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, oggi a Firenze, parlando con i giornalisti al termine della riunione del tavolo regionale della Toscana sulla ripresa dell'attività scolastica. «Sempre per quanto riguarda gli spazi, stamattina ho avuto l'onore di visitare, qui a Firenze, il teatro della Pergola: penso che sia bellissimo che gli studenti possano fare didattica in questi luoghi in cui si respira la cultura. Ci tengo a ringraziare il direttore della Pergola, che si è speso molto per questi progetti, e anche ovviamente il Comune di Firenze - ha aggiunto Azzolina - A loro va tutto il mio apprezzamento perché questo è un modello che si può replicare anche in altri luoghi e che restituisce ai nostri studenti anche un concetto di bello». 
Ultimo aggiornamento: Lunedì 27 Luglio 2020, 18:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA