Grembiule a scuola, Alvaro Vitali: «Senza quella divisa Pierino non sarebbe mai nato»
di Lorena Loiacono

Grembiule a scuola, Alvaro Vitali favorevole: «Senza quella divisa Pierino non sarebbe mai nato»

Alvaro Vitali, attore comico e volto del personaggio di Pierino: quanto è importante il grembiule di scuola?
«Per me è irrinunciabile, non lo toglierei mai a Pierino. Fa parte della maschera, una maschera a cui sono molto affezionato. Del resto fu Fellini a darmi quel nome: durante le riprese di Amarcord mi guardò e mi disse sembri Pierino».
Che scolaro è stato il suo Pierino?
«Simpatico, goliardico e mai aggressivo: uno che fa scherzi e battute divertenti. Pierino vuole far ridere i compagni, non ridere dei compagni. E' l'anti-bullo per eccellenza. Mia moglie, Stefania Corona, ha scritto una canzone contro il bullismo dal titolo Aiutaci, Pierino».
Quel simpatico alunno-monello è stato un simbolo per intere generazioni...
«Sì, è una maschera a tutti gli effetti: a Carnevale, negli ultimi anni, ci sono tanti bambini e adulti che si vestono da Pierino. Con la cartella portata di lato e l'immancabile grembiule». 

Grembiule a scuola, Enzo Miccio contrario: «Spazio alla creatività, vestirsi bene non è roba da ricchi»
Venerdì 3 Maggio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA