Slitta il concorso docenti di sostegno, Associazione Nazionale dei Presidi: «Cattedre vuote, sarà impossibile sostituire gli insegnanti»
di Lorena Loiacono

Slitta il concorso docenti di sostegno, i presidi: «Cattedre vuote, sarà impossibile sostituire gli insegnanti»

Antonello Giannelli, presidente dell'Associazione nazionale dei Presidi, che cosa potrebbe accadere nelle scuole italiane il 15 e 16 aprile prossimi?
«Possiamo facilmente immaginare che alle prove selettive per la specializzazione sul sostegno ci sarà una grande affluenza, almeno stando ai numeri dell'anno in corso relativi ai precari nel settore. Si verificheranno quindi parecchie assenze in cattedra proprio nei giorni delle prove selettive, nonostante il rinvio di due settimane: dal 28 e 29 marzo al 15 e 16 aprile».

Scuola, concorso per docenti di sostegno nel caos: slitta il test

Ma ai docenti candidati viene data la possibilità di assentarsi anche nelle giornate immediatamente precedenti alla prove, per consentire di studiare?
«I candidati potrebbero prendere dei giorni in più per motivi personali oppure addirittura attingere alle ferie. Non possiamo saperlo con anticipo, ovviamente, ma potrebbe accadere come già avviene in occasione di un qualunque concorso».
Le scuole come si comporteranno? C'è il rischio che le lezioni in classe subìscano ripercussioni?
«I dirigenti scolastici saranno costretti a sopperire alla mancanza di docenti nelle loro classi, il che riguarda soprattutto i precari impegnati nelle prove. Incontreranno non poche difficoltà anche a trovare delle sostituzioni. È chiaro infatti che molti precari, di diverse classi di concorso, saranno impegnati nella prova. Dove troviamo i supplenti?».
Si poteva evitare questo caos?
«Certo, basterebbe organizzare selezioni e concorsi in orari pomeridiani e nei fine settimana. Comunque un aspetto positivo c'è.
Quale?
«Speriamo che si inizi a dare una risposta al fabbisogno dei docenti di sostegno nelle scuole. Ne abbiamo troppo pochi».

riproduzione riservata ®
Giovedì 28 Febbraio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA