Maturità, quest'anno all'orale tornano gli accompagnatori. Possono assistere mamma e papà, amici e compagni di classe
di Lorena Loiacono

Maturità, quest'anno all'orale tornano gli accompagnatori. Possono assistere mamma e papà, amici e compagni di classe

Si può tornare ad assistere all’esame di maturità, proprio come accadeva prima del covid. Basta rispettare il distanziamento.

 

 

Maturità, le regole per gli esami

 

E’ questa la maggiore novità prevista dalla nota che il ministero dell’istruzione ha inviato alle scuole superiori in vista dell’avvio degli esami di Stato: mercoledì 22 giugno si parte con il primo scritto, il giorno dopo ci sarà la seconda prova e poi, una volta corretti gli scritti, inizieranno gli orali.

 

AL COLLOQUIO TORNANO GLI ACCOMPAGNATORI

Nei due anni del covid, il 2020 e il 2021, l’esame di maturità si è svolto unicamente con il colloquio orale a cui poteva assistere però solo un accompagnatore. In questo modo, nell’aula erano presenti 6 commissari interni, un presidente di commissione esterno, il candidato e l’uditore. Quindi 9 persone in tutto.

Quest’anno invece non c’è il limite di un solo accompagnatore ma si potrà assistere liberamente, rispettando sempre il distanziamento di un metro l’uno dall’altro.

E non è cosa di poco conto: basti pensare a quanti, negli anni passati, hanno dovuto scegliere una sola persona da cui farsi accompagnare all’esame, magari proprio tra mamma e papà oppure tra i migliori amici o i compagni di classe che dovevano ancora sostenere l’esame e volevano vedere come si svolgeva.

 

VIA LA MASCHERINA, E’ SOLO RACCOMANDATA

Tra le altre indicazioni, dettate alle scuole in base alle decisioni prese in Consiglio dei Ministri e all’ordinanza firmata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, c’è anche la cancellazione dell’obbligo della mascherina: viene solamente raccomandata, in particolare in alcune circostanze come ad esempio l’impossibilità di garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro.

Non si può entrare a scuola, ovviamente, se si è positivi al Covid o se si ha sintomi influenzali e febbre superiore a 37,5 gradi. E in alcuni casi, come ad esempio per i pazienti fragili, è consentito lo svolgimento della prova orale e l’attività dei lavori della commissione e delle sottocommissioni anche a distanza, in videoconferenza. 


Ultimo aggiornamento: Venerdì 17 Giugno 2022, 09:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA