Vivere in zone altamente inquinate aumenta il rischio di diabete

Vivere in zone altamente inquinate aumenta il rischio di diabete

Una ricerca pubblicata su Lancet Planetary Health e condotta dalla Washington University di Saint Louis ha dimostrato che vivere in zone con alti livelli di inquinamento aumenta il rischio di diventare diabetici. Secondo lo studio il 14% dei casi che si verificano nel mondo di diabete potrebbe infatti essere legato all'inquinamento.

Allarme aria inquinata: «Compromette la crescita dei cervelli dei bambini in grembo»
Tramonti e crateri: le foto spettacolari in 3D di Marte riprese dalla telecamera italiana

I ricercatori, per poter considerare le conclusioni dello studio, hanno analizzato i dati di 1,7 milioni di persone seguite per circa 9 anni, e hanno confrontanto il loro stato di salute con i livelli di smog registrati vicino alle loro abitazioni. Dallo studio è emerso che vi è una forte correlazione causa-effetto tra inquinamento e la “malattia del benessere”: circa il 21% dei soggetti esposti a tassi di smog che si aggirano tra i 5 e 10 microgrammi per metro cubo ha sviluppato il diabete, se invece si è esposti a livelli tra 12 e 14 microgrammi la percentuale potrebbe salire al 24%.
 


Ultimo aggiornamento: Lunedì 2 Luglio 2018, 16:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA