L'infedeltà è ereditaria? Ecco cosa ha rivelato uno studio

L'infedeltà è ereditaria? Ecco cosa ha rivelato uno studio

L'infedeltà, all'interno della coppia, può scattare per diversi motivi: dalla noia per la routine alle crisi della relazione, passando per un'ampia gamma di ragioni che possono portare al tradimento. Tra queste, potrebbe anche esserci la genetica: lo hanno rivelato un'indagine del portale di incontri extraconiugali Second Love ed uno studio dell'università australiana del Queensland.

Infedeltà di coppia, il lunedì è il giorno della settimana in cui avvengono più spesso i tradimenti​



L'infedeltà, infatti, potrebbe essere ereditaria. Per scoprirlo, i ricercatori australiani hanno svolto uno studio su 7300 gemelli, di età compresa tra i 18 e i 49 anni, che sono sposati o hanno vissuto per lungo tempo delle relazioni stabili. Secondo i risultati dello studio, pubblicato sul Journal of Evolution and Human Behavior, è stato stabilito che una matrice genetica sarebbe la ragione del 63% dei tradimenti maschili e del 40% dei tradimenti femminili. Percentuali decisamente non trascurabili, anche alla luce di altri studi svolti sui tradimenti da parte delle donne, che secondo alcuni scienziati sarebbero dovuti principalmente ad uno specifico gene, chiamato Avpria, che influisce sulla produzione della vasopressina arginina, un particolare ormone che regola il comportamento sociale.

Ridurre il tradimento alla genetica, tuttavia, è impreciso e fuorviante. L'antropologa Helen Fisher, nota a livello mondiale, da tempo sostiene che nell'uomo la monogamia sia completamente innaturale e che per questo motivo alla maggior parte delle persone, con un'incidenza maggiore per il sesso maschile, risulta quasi necessario conoscere persone nuove e intrattenere relazioni al di fuori della coppia. Anche per questo, molti uomini cercano come amanti donne sposate, in modo da non far progredire oltre il dovuto la relazione. Lo studio, quindi, suggerisce di indagare sulla storia della famiglia di ciascun individuo per ottenere prove più concrete sull'infedeltà ereditaria.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 30 Maggio 2018, 15:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA