Mosca nera, invasione in Spagna: «Diffusa grazie al coronavirus». Allerta in Europa

La mosca nera fa paura. In Europa è allarme per l'invasione della mosca nera diffusa grazie al lockdown del coronavirus. È un insetto il cui nome tecnico è Simuliidae , molto piccolo, tra 3 e 6 mm, più simile a una vespa e la cui puntura è molto fastidiosa ed è comparso a Madrid dove sta facendo parecchie "vittime". L'incubo è che si possa diffondere anche in altre nazioni.

Cane labrador abbandonato davanti al rifugio con un cartello choc

 

Questi parassiti si sono moltiplicati perché, durante il lockdown a causa della pandemia di coronavirus , i letti dei fiumi non sono stati adeguatamente puliti. In Spagna aree come Valdebebas, San Fernando de Henares o Coslada stanno già registrando visite di emergenza per le persone con punture, che causano grande gonfiore.



Questa mosca nera vive nei canali dei fiumi e pone le sue larve nella vegetazione a contatto con l'acqua dolce. Poiché la pulizia di questi canali non può essere ancora eseguita correttamente, questi insetti si sono moltiplicati. Le alte temperature hanno anche portato a una schiusa precoce delle uova, nonché alla graduale scomparsa dei loro predatori: rondini, rondoni e pipistrelli.

Le persone più vulnerabili sono quelle che camminano vicino a fiumi, torrenti o cascate. Per questo motivo, Rosa Pérez, portavoce della Società Spagnola di Medicina di Emergenza (SEMES), ha detto a La Información che è meglio usare repellenti, quelli con la più alta concentrazione di DEET (dietiltoluamide) sono più efficaci. Raccomanda inoltre di indossare pantaloni lunghi, maniche lunghe e calze , poiché le caviglie sono un'area più vulnerabile. Inoltre, il suo morso è più fastidioso di quello di una zanzara. Iniettare un anestetico più potente di quello delle zanzare e un anticoagulante per rendere il sangue più fluido. Il morso è altamente infiammato con un punto rosso al centro. È meglio applicare il ghiaccio e andare al pronto soccorso se ci sono sintomi di una reazione allergica.

Non è l'unico insetto che può proliferare questa estate: la mancanza di manutenzione delle seconde case e la proliferazione di piscine gonfiabili può essere un terreno fertile perfetto per le zanzare tigre, la cui puntura è più dolorosa e fastidiosa di quella della zanzara convenzionale.

Ultimo aggiornamento: Domenica 12 Luglio 2020, 21:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA