Covid, scoperta nuova variante del virus in Gran Bretagna: «Potrebbe essere più contagioso»
di Simone Pierini

Covid, scoperta nuova variante del virus in Gran Bretagna: «Potrebbe essere più contagioso»

L'Organizzazione mondiale della sanità è a conoscenza di una nuova variante di Covid-19 che è emersa in Gran Bretagna, ma al momento non ci sono prove che il ceppo si comporti in modo diverso rispetto ai tipi esistenti di virus. «Siamo a conoscenza di questa variante genetica segnalata in mille individui in Inghilterra», ha dichiarato Mike Ryan, il massimo esperto di emergenze dell'Oms, in una conferenza stampa a Ginevra. «Le autorità stanno esaminando il suo significato. Abbiamo visto molte varianti, questo virus si evolve e cambia nel tempo». 

 

Leggi anche > Coronavirus, il bollettino di lunedì 14 dicembre: oltre 65mila morti in Italia

 

«È stata identificata una nuova variante del coronavirus che potrebbe essere associata a una diffusione più rapida del Covid-19». È quanto ha dichiarato oggi il ministro della Sanità britannico, Matt Hancock, a una Commissione parlamentare. Il ministro ha assicurato che «nulla suggerisce» che la variante abbia causato delle forme patologiche peggiori o che i vaccini non siano più efficaci. Ha precisato anche che 60 diverse autorità locali in Inghilterra hanno registrato infezioni da Covid causate dalla nuova variante.

 

 

Al momento «non ci sono prove» che la variante del coronavirus scoperta in Gran Bretagna «si comporti in modo diverso». Ha aggiunto la dottoressa Maria Van Kerkhove dell'Oms nel consueto briefing sul Covid-19. La nuova variante, ha spiegato, «viene già monitorata dal Virus Evolution Working Group nel contesto delle varie mutazioni del virus scoperte nei visoni in diverse parti del mondo».


Ultimo aggiornamento: Lunedì 14 Dicembre 2020, 20:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA