Luna più vecchia di 40 milioni di anni, l'età svelata grazie ai cristalli riportati sulla Terra dagli astronauti della Missione Apollo 17

Il satellite della terra si sarebbe dunque formata almeno 4,46 miliardi di anni fa

Luna più vecchia di 40 milioni di anni, l'età svelata grazie ai cristalli riportati sulla Terra dagli astronauti della Missione Apollo 17

La Luna è più antica di quanto si pensasse, di ben 40 milioni di anni: si sarebbe dunque formata almeno 4,46 miliardi di anni fa. A svelarlo sono i cristalli lunari riportati sulla Terra dagli astronauti della Missione Apollo 17, l'ultima con equipaggio avvenuta nel 1972, e ora analizzati a livello atomico da un gruppo di ricercatori guidati dal Museo Field di Storia Naturale e dall'Università di Chicago.

Universo, sistemi solari simili al nostro «molto diffusi nello spazio»: la ricerca che apre nuove strade alla scoperta di esopianeti

La Luna più vecchia di 40 milioni di anni

Lo studio, pubblicato sulla rivista Geochemical Perspectives Letters, sottolinea l'importanza dell'età del nostro satellite, visto il suo ruolo fondamentale nell'evoluzione della vita sulla Terra come la conosciamo: la Luna, infatti, stabilizza l'asse di rotazione del nostro pianeta, ed è il motivo per cui ci sono 24 ore in un giorno e le maree. Più di 4 miliardi di anni fa, quando il Sistema Solare era ancora giovane e la Terra ancora in crescita, un oggetto delle dimensioni di Marte si schiantò contro il nostro pianeta e la collisione è all'origine della Luna.

«L'energia dell'impatto sciolse la roccia che sarebbe poi diventata la superficie del nostro satellite - spiega Philipp Heck che ha coordinato lo studio guidato da Jennika Greer - quindi tutti i cristalli raccolti devono essersi formati dopo che questo oceano di magma lunare si è raffreddato».

La ricerca

Per riuscire a farsi raccontare dai frammenti la loro età, i ricercatori hanno usato una tecnica chiamata tomografia a sonda atomica: «Iniziamo affilando un pezzo del campione lunare fino a ottenere un frammento molto appuntito.

Poi - racconta Greer - utilizziamo un laser per far evaporare gli atomi dalla superficie di quella punta. La velocità con cui si muovono gli atomi ci dice quanto sono pesanti, il che a sua volta ci dice di cosa sono fatti». Capire la composizione esatta dei cristalli è fondamentale per risalire al momento della loro formazione che, secondo i risultati, si colloca 4,46 miliardi di anni fa: la Luna, dunque, deve avere almeno quella età.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 23 Ottobre 2023, 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA