Esplosione cosmica, gli effetti della kilonova: pioggia di metalli pesanti nell'universo

Mercoledì 21 Febbraio 2024, 20:10

La collisione cosmica: quali effetti produce

Una collisione cosmica dovuta alla fusione di due corpi estremamente densi vengono sintetizzati elementi più pesanti del ferro, dei quali avviene inseguito il decadimento radioattivo. «Di solito non si osservano le kilonovae per così tanto tempo, ad eccezione di AT2017gfo, che è stata la prima e l'unica kilonova con segnali di onde gravitazionali finora osservata», dice Yuhan Yang, riferendosi alle osservazioni fatte in passato con il telescopio spaziale Spitzer della Nasa. Allora, però, il segnale era troppo debole per poter identificare la presenza di terre rare. Questo vuoto viene colmato adesso dalle nuove osservazioni, condotte fino ai due mesi successivi dall'esplosione. «È stato emozionante studiare una kilonova come mai l'abbiamo vista grazie ai potenti occhi dei telescopi Hubble e James Webb Space», ha commentato Eleonora Troja.

«Nei primi pochi giorni, il comportamento di una kilonova non varia a seconda della sua composizione chimica. Ci vogliono settimane - ha proseguito - per capire quali metalli sono stati forgiati nell'esplosione e noi non abbiamo mai avuto la possibilità di osservare una kilonova così a lungo. Ora per la prima volta abbiamo potuto verificare che i metalli più pesanti del ferro e dell'argento si sono formati davanti ai nostri occhi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA