Giorgio Cantarini, cosa fa oggi il bambino della "Vita è bella": «Con Benigni ci sentiamo ancora. Il provino? Fu un gioco»

Sabato 2 Dicembre 2023, 09:38 - Ultimo aggiornamento: 09:40

Il Covid


Quando è scoppiato il Covid ha deciso di tornare in Italia a dare una mano all’Asl. «In pandemia, teatri e cinema erano fermi, non c’era lavoro per noi artisti, così partecipai a un bando della Protezione Civile a Montefiascone, provincia di Viterbo, il mio paese. Mi presero e mi occupai di tracciamenti, i flussi dei malati positivi che si erano negativizzati e bisognava spostare in altri elenchi. E’ stata una magnifica esperienza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA