Zanzare, allarme in tutta Italia: in autunno pungono ancora, ecco perché e come debellarle

Zanzare, allarme in tutta Italia: in autunno pungono ancora, ecco perché e come debellarle

Allarme zanzare in tutta Italia: l'estate è finita ma gli insetti più fastidiosi in assoluto non se ne sono mai andati e continuano a imperversare in campagna, in città e soprattutto nelle case degli italiani. La spiegazione, come sottolinea Coldiretti, è da ricercare nel caldo anomalo che ha colpito tutta la Penisola: le temperature "bollenti" fanno proliferare le larve nell'acqua che ristagna.

Le zanzare, oltre al normale fastidio causato dalle punture, sono pericolose anche perché portatrici di malattie: Come ha recentemente affermato Peter Sands, il direttore esecutivo del Fondo Globale contro Hiv, Tb e malaria, il riscaldamento globale sta ampliando l'habitat delle zanzare portatrici di quest'ultima malattia. «Ci sono stati focolai ad altitudini mai viste prima - ha specificato -, in Kenya e in Etiopia che sono molto preoccupanti». 

Come intervenire per deballarle resta un mistero, ma nuove tecnologie sono allo studio per tentare di limitarne la diffusione. A Bologna, ad esempio, sta avendo successo la sperimentazione della lotta biologica alla zanzara tigre, con l'utilizzo di prodotti che non danneggiano l'ambiente e maschi sterili che non possano riprodursi. Secondo gli ultimi studi sarebbe efficace anche il grafene, ottenuto dalla grafite: che impedirebbe agli insetti di percepire i segnali emessi dalla pelle delle persone, ossia di accorgersi che c'è qualcuno da pungere nei paraggi. Il modo più facile è prevenire la presenza di acqua per esempio nei sottovasi. Altrimenti, i rimedi naturali restano i più efficaci: come la presenza di rettili in balcone o in giardino e i pipistrelli che mangino le zanzare. 
Martedì 29 Ottobre 2019, 13:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA