Vaccino Sanofi, Arcuri: «È in ritardo, le 40 milioni di dosi arriveranno nel 2022»

Video

«Ci saranno 202 milioni di dosi di vaccino per l'Italia, come previsto, ma non più in 15 mesi bensì in 21 mesi, perché Sanofi, che doveva darci 40 milioni di dosi nel terzo e quarto trimestre del 2021 ha un ritardo e ce le darà nel secondo e terzo trimestre del 2022. Confermiamo, se i processi autorizzativi lo consentiranno, una quantità di dosi per vaccinare tra la prossima estate e il prossimo autunno tutti gli italiani che lo vorranno». Così il commissario Domenico Arcuri in conferenza stampa. 

 

 

«La curva dei contagi è ormai stabilmente congelata e prosegue nel trend decrescente, ma purtroppo non si è appiattita, non è sparita. Sarebbe davvero complicato iniziare la più grande campagna di vaccinazione di massa forse di sempre in una condizione di recrudescenza della curva dei contagi, la possibile e temuta terza ondata», ha aggiunto Arcuri. «C'è bisogno di un ultimo sforzo. Non dobbiamo passare un buon natale, ma un natale buono, per avere cura di noi stessi e dei nostri cari. Mai come quest'anno ne vale la pena».

 

«A febbraio pensiamo di iniziare a vaccinare le persone in ordine decrescente di fragilità, scendendo nella curva anagrafica». Così il commissario Arcuri. «Non ci sarà nessuna fila, ci sarà un'ordinata somministrazione con criteri che comunicheremo agli italiani nelle prossime settimane - ha detto ancora -. Quando la campagna inizierà a interessare la popolazione lo farà dalle persone più fragili per andare poi a quelle meno fragili. Almeno in una prima fase saremo noi a chiamare i più fragili per vaccinarsi». 

 

Sulla scuola «se passeremo un Natale buono (rispettando le restrizioni, ndr) penso che scongiureremo che la recrudescenza dei contagi metta in discussione la riapertura della scuola il 7 gennaio». 

 

«L'App Immuni come performance è tra le migliori al mondo, non escludiamo di usarla anche per la campagna di vaccinazioni, ancora non sappiamo quale potrebbe essere la connessione, ma lo stiamo valutando», aggiunge Arcuri. Per il bando di reclutamento dei sanitari da impiegare nella campagna di vaccinazioni anti-Covid «abbiamo ricevuto 11.282 candidature in 18 ore, risultato in qualche misura superiore alle nostre aspettative; di questi 6.381 sono medici». 

 


Ultimo aggiornamento: Giovedì 17 Dicembre 2020, 21:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA