Vaccino Moderna, prime 47mila dosi in Italia: come cambia il piano di distribuzione

Video
di Alessia Strinati

Il vaccino contro il covid Moderna sta per essere diffuso e questo comporterà un cambiamento nella distribuzione. Da oggi in Italia dovrebbero arrivare le prime 47 mila dosi del vaccinModerna dopo che il Paese ha già distribuito il 70% di quelle messe a disposizione da Pfizer. La distribuzione del nuovo vaccino inizierà a partire da domani con qualche cambiamento.


 

Leggi anche > Coronavirus, nonni pronti a rifiutare il vaccino: «La nostra dose ai nipoti per farli tornare a scuola»


 

Le dosi


 

Secondo quanto previsto inizialmente il vaccino di Moderna sarebbe dovuto essere destinato non al personale sanitario, ma agli over 80. Quindi la distribuzione alla Regioni sarebbe dovuta avvenire in base alla loro popolazione con più di 80 anni. Sembra però che verranno premiate quelle Regioni che hanno già esaurito le scorte di vaccino a disposizione o ne sono vicine, tra queste quindi Campania, Umbria, Veneto e Toscana. 


 

La distribuzione 


 

Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera le Regioni avranno piena autonomia sul decidere quali vaccini somministrare e a chi. I ritardi di Pfizer potrebbero però spingere i governatori a usare i vaccini Moderna per gli operatori sanitari, visto che la prima fase, quella in cui vengono vaccinato tutti i sanitari appunto, non si è ancora conclusa. Solo quando sarà terminata si passerà a vaccinare gli over 80.


Ultimo aggiornamento: Lunedì 11 Gennaio 2021, 20:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA